Emergono alcuni importanti dettagli dall’analisi delle immagini registrate dalle telecamere di video sorveglianza sparse nei dintorni della casa di Ilenia Fabbri, la 46enne di Faenza trovata morta sgozzata nel suo garage sabato scorso 6 febbraio. Gli inquirenti sono convinti che l’uomo ripreso pochi minuti prima da quelle telecamere sia l’assassino della donna, sia perché a quell’ora – le 6 di mattina – non c’era nessuno in giro, sia perché la descrizione coincide con l’identikit fornito dall’unica testimone oculare dell’omicidio, l’amica di Arianna, la figlia di Ilenia, rimasta quella notte a dormire nell’appartamento di via Corbara (e per questo ora sotto protezione) dopo che la figlia della vittima insieme a suo padre – l’ex marito della 46enne, Claudio Nanni, attualmente indagato a piede libero – erano usciti per andare a Milano a ritirare un’automobile.

Si tratterebbe, come riporta l’Ansa, di un uomo di carnagione chiara, alto circa 1 metro e 80, vestito di scuro, con un cappuccio e il volto coperto da una mascherina. Nei prossimi giorni gli inquirenti cercheranno di catturare da quella sequenza di filmato di pochi secondi qualche indizio utile a capire l’identità del killer. Intanto, si starebbero passando al setaccio anche tutti i negozi di ferramenta della zona: l’assassino di Ilenia, infatti, sarebbe entrato in casa aprendo la porta con una copia delle chiavi.

 

 

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS

Crediti foto: Facebook

 

TAG:
Claudio Nanni faenza Ilenia Fabbri omicidio

ultimo aggiornamento: 22-02-2021


Delitto Novi Ligure, Erika si è sposata e vuole insegnare in una scuola del Madagascar

Incinta di 7 mesi, la uccide gettandola giù dalla scogliera dopo aver scattato un selfie sorridente: “Voleva incassare l’assicurazione sulla vita della donna”