Sergio Gugole, 62 anni, e Lorenza Zanin, 59, sono morti a ore di distanza. Il figlio Diego, 25 anni, aveva pianificato tutto, come riportato dal Gazzettino.

Sono agghiaccianti i particolari che ora dopo ora emergono dietro al delitto dei due genitori compiuto dal figlio per ragioni, appare ormai evidente, di denaro. Diego ha prima ucciso con due colpi di pistola in testa il papà Sergio, poi ha lucidamente atteso il rientro della madre a casa, e ha massacrato a colpi di pistola anche lei.

Il delitto a Chiampo, nel vicentino, ha sconvolto non solo città e provincia, ma l’Italia intera. Diego Gugole aveva pianificato tutto da tempo, sembra da almeno un mese. Un omicidio premeditato, organizzato dal giovane che voleva impossessarsi di circa 800 mila euro per acquistare una casa ad Arzignano (per la quale aveva già pagato la caparra) e un’auto.

Ulteriore conferma arriva da una delle ultime scoperte. Dopo il delitto, Diego ha fatto un bonifico di 16mila euro dal conto del padre al suo ed è uscito per acquistare dei sacchi con l’intento di nascondere i corpi dei genitori all’interno dell’appartamento disabitato al piano terra. Poi è uscito in auto e in serata si è recato in caserma per costituirsi.

La pistola usata per uccidere i genitori l’aveva acquistata per 3.800 euro a Cologna Veneta, naturalmente al mercato nero.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Foto: instagram


Venezia, modella trovata morta in San Marco

Venezia, il mistero dello sgabello tinge di giallo la morte della modella Claudia