Di nuovo sangue e morte nella villa di Versace

Due uomini sono stati trovati morti ieri in una stanza dell’albergo ‘The Villa Casa Casuarina At The Former Versace Mansion‘ di Miami Beach, in Florida, negli Stati Uniti, in quella che è stata la villa di Gianni Versace, dove lo stilista fu ucciso il 15 luglio del 1997. Versace fu assassinato con due colpi di pistola sugli scalini della propria abitazione. Dell’assassinio fu incolpato Andrew Cunanan, trovato a sua volta morto alcuni giorni dopo su una casa galleggiante in una baia. Fu ipotizzato che Cunanan fosse stato ucciso, ma ad oggi non vi sono ancora certezze poiché il corpo fu cremato troppo in fretta per fare approfondimenti.

Fox News fa sapere che subito dopo le 13.20 di ieri, ora locale (le 19.20 in Italia) gli addetti alle pulizie dell’hotel hanno riferito che due uomini senza vita si trovavano all’interno di una stanza. Gli agenti e i vigili del fuoco sono intervenuti e hanno trovato i corpi. Non sono state rivelate le generalità delle due vittime ma si tratterebbe di due uomini, che a quanto pare non sono morti per cause naturali. Accertamenti e indagini in corso.

All’omicidio di Versace è collegata la vicenda di Chico Forti, un imprenditore trentino che voleva realizzare un film sulla morte dello stilista ed aveva partecipato ad un documentario Rai sulla morte di Andrew Cunanan. Forti è accusato di essere implicato nell’omicidio di Dale Pike e condannato alla pena dell’ergastolo. Di recente  il governatore della Florida ha accolto con riserva l’istanza di Forti di avvalersi dei benefici previsti dalla Corte europea dei diritti dell’uomo, con la possibilità di essere trasferito e scontare la pena in Italia.

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS

Crediti foto: gianniversacefanpage/instagram


Milano, paziente accoltella chirurgo in ospedale con coltello da cucina

Green pass, ora il governo pensa all’obbligo per usare aerei e treni