Cile in lutto, morto giovane atleta

Morto in Cile per alcune complicanze dovute al Covid, Cristopher Mansilla, ciclista di 30 anni. Mansilla è stato indotto in coma farmacologico a causa di una trombosi polmonare causata dall’infezione.

L’ultimo suo post su Facebook del 7 maggio, è davvero straziante: “Mi indurranno in coma a causa del problema ai polmoni che mi affligge. Vediamo se questo corpo non è arrugginito e può svegliarsi ancora una volta. Posso solo ringraziare la mia famiglia, il mio fratellino, mamma e papà per tutto, e gli amici per il loro sostegno. Con questo vi saluto fino alla fine di questa tappa decisiva. Saluti e benedizioni a tutti“.

Ma Mansilla, due ori nei Giochi Panamericani su pista e un oro nella specialità sprint a squadre, oltre a due argenti e due bronzi, non si è più risvegliato dal coma. E’ morto nella notte tra lunedì e martedì.

Il ministro dello Sport: “Siamo profondamente dispiaciuti per la partenza del nostro amato ciclista Cristopher Mansilla, che ci ha lasciato ieri sera quando aveva solo 30 anni“.

Segui OA Plus su Instagram

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS

Crediti Foto: LaPresse

TAG:
ciclista coma covid Cristopher Mansilla Morto

ultimo aggiornamento: 13-05-2021


Manifestazione nazionale per il DDL ZAN: Ecco le date e le città che aderiscono

Vaccino anti Covid, da lunedì al via le prenotazioni per gli over 40