Non ce l’ha fatta lo stambecco che era stato soccorso dopo aver ingoiato una scatoletta di tonno a circa 2 mila metri di quota nei pressi del Lago di Sorapis, nel territorio di Cortina D’Ampezzo.

L’anima, che non ha potuto mangiare per molto tempo, era denutrito quando un veterinario, intervenuto sul posto, era riuscito a liberare l’animale da quella scatoletta conficcata in gola.

Si sperava che quell’intervento fosse stato risolutivo, invece l’animale, di circa 10-11 anni d’età, non ce l’ha fatta ed è morto.

Domenica le guardie del Parco Dolomiti d’Ampezzo avevano avvistato lo stambecco, avvertendo poi il veterinario che, una volta intervenuto, ha notato come l’oggetto ostruisse gola e mandibola dell’animale.

L’incuria dell’uomo, dunque, ha di fatto ucciso uno stambecco che, a detta del veterinario, era in perfetto stato di salute. La scatoletta, infatti, è stato sicuramente un ‘regalo’ di un escursionista che ha pensato bene di abbandonarla in alta montagna, di fatto uccidendo l’animale.

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS

Foto: Vigili del Fuoco


E’ morto Mikhail Gorbaciov, il padre della Perestroika

Rincari gas, il ministro Bianchi: “La scuola deve essere l’ultima a subirne le conseguenze”