Era stato lo stesso fratello maggiore a consigliare la stipula dell’assicurazione un anno prima

Ha ucciso il fratello per riscuotere il premio dell’assicurazione, e lo ha fatto nel modo più atroce: lo ha bruciato vivo.

E’ l’orrenda fine che secondo gli inquirenti ha fatto Domenico Martone, il ragazzo di 33 anni trovato carbonizzato nella sera del 30 marzo in un terreno agricolo a Lettere, in provincia di Napoli.

La svolta nelle ultime ore, con il fermo del fratello 36enne ora accusato di omicidio premeditato aggravato dalla premeditazione, dai motivi abietti e dalla crudeltà.

Secondo la ricostruzione, il 36enne avrebbe colpito il fratello Domenico e poi gli avrebbe dato fuoco, uccidendolo avvolto dalle fiamme mentre ancora era vivo. Il tutto per riscuotere l’indennizzo di una polizza assicurativa sulla vita della vittima, stipulata più di un anno prima proprio su iniziativa del fratello maggiore, unico beneficiario.

Il cadavere carbonizzato di Domenico Martone è stato trovato dai Carabinieri, giunti in via San Paolo a Lettere allertati da alcuni residenti della zona che avevano notato il propagarsi delle fiamme e una colonna di fumo alzarsi da un fondo agricolo.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS

Foto: facebook


Luca Argentero irresistibilmente gay per Le Fate Ignoranti versione serie tv – Cast e Personaggi!