Il caso rientra in una vasta operazione della Procura di Roma che ha scoperto una pedo-rete in tutta Italia

Una storia orrenda arriva dalla Torino bene, ed è stata scoperta dalla Procura di Roma che è poi arrivata a scoprire una rete di pedofili in tutta Italia.

A far partire tutto è stato l’arresto di uno stimato professionista torinese di 50 anni che violentava e filmava i figli di una coppia di amici, bambini di 8 e di 9 anni.

L’uomo, conosciuto e stimato in città, con buone conoscenze e frequentazioni, è stato arrestato il 12 aprile nell’ambito appunto di una più vasta operazione condotta dalla Procura di Roma che ha scoperto una rete in tutto il Paese di pedofili, con partecipazione anche di altre Agenzie investigative estere.

Riguardo al caso di Torino, i fatti risalgono all’ultimo anno e mezzo. Le vittime sono due bimbi che avevano, all’epoca, 6 e 8 anni, figli di persone a cui il professionista era molto legato, tanto che era considerato quasi un parente, uno di casa, con cui i bambini trascorrevano vacanze e intere giornate. Conquistando fiducia di genitori e bambini, l’uomo praticava e filmava le violenze, mettendo insieme un totale di 9 mila video raccapriccianti.


Aggressione omofoba a Monza, vittima una coppia gay. I carabinieri: “scaramucce d 14enni”

Ostellari ammete 170 audizioni per ostacolare il DDL Zan. Pd: “Una presa in giro”