Da oggi lunedì 30 agosto la Sicilia entra in zona gialla. È quanto stabilisce l’ordinanza firmata dal ministro della Salute, Roberto Speranza, venerdì scorso, sulla scia dei dati su contagi e riempimento degli ospedali. L’Isola è la prima regione italiana a cambiare colore, dopo il via libera a fine luglio dei nuovi criteri per calcolare il rischio Covid-19 basati sulle ospedalizzazioni, con soglia del 10% per l’occupazione dei posti in Rianimazione e 15% per i posti letto nella cosiddetta area medica non critica.

Cosa non si potrà fare?

Fra le misure anti contagi da osservare in Sicilia zona gialla sono previste mascherine obbligatorie anche all’aperto e il limite di quattro commensali al tavolo del ristorante. Regole diverse e meno stringenti rispetto a quanto gli italiani erano abituati a fare nei mesi scorsi. E che tengono conto anche del green pass in possesso dei vaccinati.

Cosa si potrà fare?

Con il nuovo profilo di rischio giallo, le misure prevedono che ci si possa spostare tra le regioni (anche senza il green pass) ed è possibile raggiungere le seconde case fuori regione al di là del colore del territorio di provenienza e di quello di arrivo. Nessun coprifuoco, che è stato eliminato lo scorso 21 giugno. Teatri, cinema, concerti, musei e terme sono accessibili, ma vigono le stesse regole della zona bianca, quindi sempre con l’utilizzo del green pass.

 

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS

Crediti foto: LaPresse


La fine orrenda della ventenne Simona: in gita in Calabria in un bosco, viene sbranata e uccisa dai cani randagi. Salvo per miracolo il fidanzato

Punto da una medusa, muore bambino di 9 anni in vacanza. La cubomedusa-killer, specie che uccide un uomo adulto in pochi minuti