Una comunità intera in lacrime per le tre vite spente in meno di due settimane

Una famiglia annientata dal Covid. Nell’arco di 12 giorni, il virus ha distrutto le vite di un nucleo familiare composto da cinque persone.

Come riporta il quotidiano “Il Centro”, prima sono morte due sorelle, Maria Mazzaferro e Camilla Mazzaferro, di 87 e 77 anni, e poi il figlio della prima, Giovanni Zuccarini, che di anni ne aveva 57.

Il primo decesso risale al 6 marzo, giovedì scorso l’ultimo. E’ accaduto a Tracanna, provincia di Chieti, in Abruzzo. Maria Mazzaferro, “una salute ancora di ferro”, così la descrivono tutti, aveva lavorato una vita nei campi, e anche dopo la pensione lavorava incessantemente in casa. La sorella Camilla, più giovane di dieci anni, non si era mai sposata e anche per questo motivo viveva con lei nella casa di contrada Canale.

Giovanni, infine, che era Gianni per tutti, era conosciutissimo in paese, faceva il macellaio e lavorava nella ditta di lavorazioni carni Geldi, di Guardiagrele.

In via di guarigione invece la moglie di Giovanni Licia Di Pasquale. Nella casa di contrada Canale ora lei rimarrà da sola, con il figlio Andrea.

Segui OA Plus su Instagram

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS

Foto Fabrizio Corradetti/LaPresse

TAG:
Coronavirus famiglia distrutta Provincia di Chieti Tracanna

ultimo aggiornamento: 25-03-2021


Orietta Berti, un’icona gay confermata anche dai giovani: “Per me è una gioia immensa”

81 anni di Mina: una voce, una donna, una canzone infinita