E’ stata anticipata alle ore 12 la cabina di regia del premier Mario Draghi con i ministri sul prossimo Decreto anti Covid. Il Presidente del Consiglio terrà una conferenza stampa alle ore 14 presso la Sala Polifunzionale della Presidenza del Consiglio per illustrarne i contenuti.

Varie le ipotesi in campo, a cominciare dalle riaperture dopo Pasqua, alla scadenza del provvedimento ora in vigore, il 6 aprile, in primis quella della scuola, che il premier e alcuni ministri vorrebbero anche in zona rossa, ma anche il ripristino del sistema originario dei colori – compreso il giallo sospeso in questo periodo -, con le decisioni sugli spostamenti tra regioni e sulle attività produttive. Il premier intende anche questa volta, nelle decisioni sulle misure anti contagio, farsi guidare dalle indicazioni della scienza e dunque dai dati epidemiologici. La speranza per ora è che nei 12 giorni che mancano al 6 aprile la curva dei contagi inizi a scendere, ma dopo qualche timido segnale incoraggiante negli ultimi giorni, ieri e oggi i dati sono ancora allarmanti: quasi mille morti e 45 mila positivi. Segnali che uniti alla lentezza della campagna vaccinale – di cui fanno le spese soprattutto i più anziani, la categoria maggiormente colpita dai decessi – potrebbero far propendere il governo per attivare misure più drastiche.

L’ipotesi che prevale tra i ministri più prudenti è quella di prolungare le restrizioni attuali oltre Pasqua.

 

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS

Crediti foto: LaPresse

TAG:
Decreto anti Covid Mario Draghi

ultimo aggiornamento: 26-03-2021


Una famiglia distrutta dal Covid in 12 giorni: il virus uccide due sorelle e un figlio

Verona, geometra 57enne a processo: per un anno, rapporti sadomaso con una 15enne, tendando di coinvolgere anche l’amichetta