Il governo starebbe valutando di prorogare lo stato di emergenza collegato alla pandemia da Coronavirus dal prossimo 15 ottobre fino al 31 gennaio 2021.

Secondo quanto riportato da Adnkronos, la proposta sarebbe stata valutata positivamente nel corso della riunione intercorsa tra il premier Giuseppe Conte e i capi delegazione di maggioranza seguita al Consiglio dei ministri. In caso di eventuale proroga, lo stato di emergenza andrebbe a tagliare il traguardo di un anno, visto che venne decretato il 31 gennaio 2020.

A quanto pare sarebbero stati gli esperti del Comitato tecnico scientifico, considerando gli ultimi dati registrati in Italia, a suggerire di allungare i tempi dello stato di emergenza. Il dossier è quindi finito sul tavolo dei capi delegazione, con il governo che, da quanto filtrato, sembrerebbe favorevole a seguire il consiglio del Cts.

Non è così nel resto dell’Europa: nonostante quasi ovunque, dalla Spagna alla Francia, passando per Germania e Regno Unito, i contagi siano in aumento, con numeri nettamente superiori rispetto a quelli registrati in Italia, nessun altro paese europeo sta pensando di prorogare lo stato di emergenza. L’Italia, in particolare, secondo il rapporto dal Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ecdc), risulterebbe tra i Paesi a “basso rischio” e con un “trend stabile”.

Il governo, tuttavia, starebbe valutando non solo di prolungare lo stato di emergenza ma starebbe pensando anche a nuove strette, mirate soprattutto a contenere i contagi nelle zone più critiche. Una decisione, questa, ancora da discutere e che sembrerebbe essere legata all’evoluzione della pandemia.

Segui OA Plus su Instagram

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS

Crediti foto: LaPresse


Temptation Island: il meglio della terza puntata

Cina: nuovo caso di peste bubbonica e scatta lo stato d’emergenza