Potrebbe essere il 28 giugno, quando l’Italia intera sarà zona bianca, potrebbe essere la data in cui il Paese potrà finalmente dire addio alla mascherina all’aperto. Proprio su questa data discuterà oggi il Comitato tecnico scientifico che si riunirà questa mattina alle 12: non è escluso, tuttavia, uno slittamento fino al 5 luglio.

Tra le ipotesi sul tavolo, potrebbe esserci appunto quella di fissare il termine dell’obbligo dell’utilizzo della mascherina all’aperto quando tutto il Paese sarà in zona bianca, dunque dal 28 giugno, aspettando che anche la Valle d’Aosta, l’unica regione ancora gialla, cambi colore (il resto del Paese è bianco da oggi). Ma non è l’unica opzione in campo: c’è chi sostiene che per abbandonare la mascherina sia necessario aspettare almeno fino al lunedì successivo, il 5 luglio, alla luce del rischio varianti. A quest’ultima eventuale scelta potrebbe essere legato il criterio di prevedere una data anche in base alla percentuale di popolazione vaccinata, tenendo conto delle somministrazioni sia per la prima che per la seconda dose. E restano al momento i timori sulla diffusione della mutazione Delta, in particolare per i vaccinati solo con prima dose, che non sarebbero abbastanza protetti da evitare il contagio. Sembra tramontare invece, di fronte al trend costante di numeri in calo sui contagi, l’ipotesi per lo stop a metà del prossimo mese.

Sembra ormai certo, invece, che togliendo la mascherina bisognerà comunque mantenere il distanziamento se non si è congiunti e quest’ultima andrà comunque indossata nei luoghi chiusi e a rischio assembramento.

 

Segui OA Plus su Instagram

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS

Crediti Foto: LaPresse

 

TAG:
28 giugno Mascherine zona bianca

ultimo aggiornamento: 21-06-2021


Picchia la fidanzata incinta, adolescenti lo investono in auto e poi lo uccidono a bastonate

Da oggi addio al coprifuoco in (quasi) tutta Italia: sempre più vicina la riapertura delle discoteche