La credevano morta ed era tutto pronto per la cremazione

L’episodio è accaduto in India, una zona dove il Covid-19 sta segnando duramente la popolazione. La 76enne Shakuntala Gaikwad si è risvegliata improvvisamente nella sua bara, pochi minuti prima che il suo corpo fosse cremato, come da usanza locale.

Come riportato dal Daily Mail, la donna si era ammalata di Coronavirus ed era stata respinta da diversi ospedali, poiché non c’erano letti liberi. Durante il tragitto in ambulanza, era caduta in uno stato d’incoscienza a seguito di una crisi respiratoria e il personale sanitario ne aveva stabilito il decesso.

L’anziana donna di conseguenza, era stata portata dai parenti al suo villaggio natale per la cremazione, ma qualche istante prima di essere gettata nel fuoco, la 76enne ha aperto gli occhi ed ha iniziato a piangere. Successivamente è stata trasferita al Silver Jubilee Hospital di Baramati per ulteriori cure.

La situazione sanitaria in India è critica, con ospedali al collasso e con ossigeno e vaccini che scarseggiano e purtroppo la popolazione si sta affidando anche a pratiche anti-Coronavirus promosse dai sacerdoti indù, come quella, pericolosa per la salute dell’uomo, di fare il bagno negli escrementi di vacca, considerata sacra per gli induisti, generando allarme nella comunità scientifica indiana.

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS

Crediti Foto: LaPresse


Varese, ruba le ceneri del cane della ex per costringerla a tornare con lui: condannato

Roberto Angelini in pausa dopo gli attacchi per la dipendente messa alla gogna perché assunta in nero