Il presidente della Campania, Vincenzo De Luca, per contenere l’impennata di Covid in regione ha preso una decisione etichettata come “gravissima” dal ministro all’Istruzione Azzolina.

Ha deciso, infatti, di sospendere le attività scolastiche, consentendo in tutta la regione solo lezioni a distanza fino al 30 ottobre.

Superati gli 800 nuovi casi, soglia che De Luca aveva indicato come soglia per arrivare a chiudere tutto, è scattato lo stop alla scuola, con primarie e secondarie serrate fino a fine mese, e sospensione delle  attività didattiche e di verifica in presenza anche nelle università, con l’eccezione per quelle relative agli studenti del primo anno.

De Luca, inoltre, ha detto stop alla vendita del cibo da asporto dopo le 21, e vietato feste pubbliche e private oltre alle attività di circoli ludici e ricreativi.

Segui OA Plus su Instagram

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OA PLUS
Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS

Crediti: Cecilia Fabiano/ LaPresse

TAG:
feste funzioni religiose regione Campania scuole Vincenzo De Luca

ultimo aggiornamento: 16-10-2020


Halloween 2020, urbex in Italia. Ecco alcuni edifici abbandonati da esplorare

Coronavirus: aumento di contagi in Italia ma è record di tamponi