Da oggi, lunedì 14 giugno, salgono a 13 le Regioni che entrano in zona “bianca”: si aggiungono nella fascia con meno restrizioni, infatti, Lombardia, Lazio, Piemonte, Puglia, Emilia-Romagna e la provincia autonoma di Trento. Saranno in tutto 40,5 milioni gli italiani che potranno accedere alla zona bianca, circa due cittadini su tre. Questa la situazione attualmente in Italia tra zone gialle, zone bianche e zone rosse locali:

ZONE BIANCHE: Abruzzo, Friuli- Venezia Giulia, Liguria, Molise, Sardegna, Umbria, Trentino Alto Adige, Lombardia, Lazio, Veneto, Piemonte, Puglia, Emilia-Romagna e la provincia autonoma di Trento

ZONE GIALLE: Valle D’Aosta, Toscana, Sicilia, Marche, Campania, Calabria, Basilicata, provincia autonoma di Bolzano.

 

Ecco le regole previste in zona bianca:

Coprifuoco

Al momento del passaggio di una Regione in zona bianca, il coprifuoco decade automaticamente. Il divieto di circolazione notturna verrà abolito su scala nazionale, in zona gialla, dal 21 giugno.

Mascherine e distanziamento

Restano in vigore anche in zona bianca l’obbligo di distanziamento interpersonale di almeno un metro, il divieto di assembramento e l’utilizzo delle mascherine protettive, sia al chiuso che all’aperto.

Spostamenti e visite ad amici o parenti

Tra zone bianche, o all’interno di una zona bianca, ci si può spostare senza limiti di orario. Nessun limite di persone per le visite ad amici o parenti.

Matrimoni e cerimonie

In zona bianca è consentito organizzare matrimoni, unioni civili, cresime, comunioni e battesimi, così come le feste private successive alle celebrazioni. Per partecipare, però, come anche in zona gialla a partire da domani, martedì 15 giugno, bisognerà avere una delle tre certificazioni verdi Covid-19 previste dai decreti attualmente in vigore: certificato di vaccinazione, certificato di guarigione, tampone negativo effettuato nelle 48 ore precedenti alla partecipazione all’evento.

Bar e ristoranti

Nessun limite orario in zona bianca per bar e ristoranti, nemmeno per l’asporto o la consegna a domicilio. I locali possono essere aperti sia al chiuso che all’apertoNon è previsto un limite di persone allo stesso tavolo per gli spazi aperti, mentre viene fissato a sei quello per gli spazi chiusi.

Discoteche

Discoteche e sale da ballo possono riaprire, ma solamente per svolgere attività di ristorazione e servire bevande. Resta per il momento il divieto di ballare.

Esercizi ancora chiusi

Come regola generale, in zona bianca possono aprire tutti gli esercizi per cui non è espressamente prevista la chiusura, anche se la loro riapertura in zona gialla è fissata a una data successiva dai decreti in vigore.

Piscine, palestre e attività sportiva

Sono consentite le attività sportive, sia di gruppo che individuali, sia all’aperto che in gruppo, con la possibilità di utilizzare anche le docce. Aperte dunque piscine e palestre e strutture equiparate.

Centri commerciali

I negozi e i centri commerciali possono tenere aperto anche nei weekend e anche nei giorni festivi e prefestivi, senza particolari limiti di orario.

 

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS

Crediti foto: Ministero della Salute

 

 

TAG:
coprifuoco Coronavirus zona bianca

ultimo aggiornamento: 14-06-2021


Esce di casa e uccide due fratellini di 3 e 8 anni e un anziano, follia vicino a Roma: ora l’assassino è barricato in casa. “Non uscite di casa”, l’appello dei Carabinieri

Massacra la ex in strada a colpi di pistola, poi si uccide: “Non avrai posto dove nasconderti”, scriveva su Facebook