Trenitalia e Italo cancellano treni
Crediti Foto: Shutterstock.com

Dopo il contrordine sulle misure di prevenzione, a bordo dei mezzi di trasporto, Trenitalia e Italo cancellano migliaia di biglietti. Sui treni “posti a scacchiera” e attive tutte le “misure di sicurezza”

Marcia indietro

Sono state ore frenetiche, quelle appena trascorse, per i trasporti pubblici e in particolare per le compagnie Trenitalia e Italo. In un primo momento, infatti, il “Ministero delle infrastrutture e dei trasportiaveva dato il “via libera all’occupazione totale (100% della capienza) dei convogli salvo poi, nel giro di qualche ora, rettificare il tutto. Nella giornata di ieri è arrivato, infine, il contrordine dal governo che ha ripristinato la normativa vigente sul numero limitato dei passeggeri. Migliaia di viaggiatori che, come risultato finale del “marcia indietro“, domenica non sono potuti partire. Solo Italo, che ha cancellato otto treni della mattina e numerosi biglietti anche per il pomeriggio, ha stimato di aver lasciato a terra circa ottomila persone. Eliminati, ad esempio, i tre collegamenti fra Milano e Ancona: vale a dire i viaggi con tutte le località di mare della riviera romagnola, proprio nei giorni in cui molti si apprestano a partire per le vacanze. Trenitalia ha inviato una mail ai clienti avvisandoli che si sarebbe attenuta alle nuove disposizioni, previste dall’ordinanza firmata sabato dal Ministro della Salute Roberto Speranza.

La situazione

La situazione è stata tranquilla tutto il giorno, nonostante questo sia il periodo della partenza per le vacanze e le stazioni siano più animate. Se sabato tanti viaggiatori avevano detto di essere preoccupati per la fine del distanziamento (qualcuno ha anche postato sui social foto di treni pieni), domenica la preoccupazione principale è stata invece quella di non riuscire a partire. Le misure finora adottate, con la stretta dai treni alle discoteche, dovrebbero essere nella sostanza confermate.

Rimborsi

Far scegliere ai clienti, tramite singole telefonate, se ottenere un rimborso oppure un viaggio alternativo. Questo quanto organizzato dal servizio clienti Trenitalia, dopo il caos creatosi ieri a causa delle direttive sul distanziamento a bordo. Ad una prima riapertura delle vendite di biglietti, fino al 100% della capienza, è infatti sopravvenuta l’ordinanza che riportava la quota al 50% e il posizionamento “a scacchiera”.
Trenitalia mantiene invariate tutte le altre misure a bordo treno finalizzate alla tutela della salute tra cui: nuovi processi di disinfezione e sanificazione dei treni, dispenser di gel disinfettante a bordo, gestione dei flussi in ingresso e in uscita, potenziamento del servizio di pulizia a bordo, guanti monouso e mascherine in dotazione a tutto il personale di bordo, safety kit distribuito a bordo e contenente mascherina, poggiatesta e gel igienizzante per mani. Resta inoltre attiva la misurazione della temperatura corporea al momento della partenza nelle stazioni dove fermano Frecciarossa e Frecciargento”
 Trenitalia rammenta infine ai passeggeri che anche la loro “collaborazione è fondamentale per un viaggio sicuro” e li invita “ad indossare la mascherina e igienizzare spesso le mani”.

Segui OA Plus su Instagram

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OA PLUS
Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS

Crediti Foto: Shutterstock.com

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui