Ha puntato una pistola contro un passante minacciandolo di fare fuoco solo perché in quel momento teneva la mascherina abbassata. E’ successo a Bologna, dove la polizia è intervenuta e ha arrestato un uomo di 63 anni, di nazionalità italiana. Stando alla ricostruzione dei fatti da parte delle forze dell’ordine, i due uomini, entrambi italiani di 50 e 63 anni, si sarebbero incrociati passeggiando in via Protti, in zona Mazzini. In quel momento il 50enne aveva la mascherina momentaneamente abbassata perché – come ha poi spiegato alla polizia – non c’era nessuno a distanza ravvicinata. A quel punto sarebbe scattata una discussione fra i due innescata dal 63enne, che ha cominciato a rimproverarlo per tale condotta a suo avviso sbagliata. La discussione sarebbe poi degenerata in una lite furibonda, fino al punto da portare il più anziano dei due uomini a estrarre dalla tasca una pistola, che aveva addosso, e puntarla contro l’altro uomo, ordinandogli di mettere la mascherina, per poi allontanarsi. E’ stato lo stesso 50enne, spaventato, a chiamare il 113. Gli agenti di polizia sono intervenuti subito e hanno riportato gli animi alla calma. E’ poi emerso che la pistola – una Remington calibro 45 carica – era regolarmente detenuta dal 63enne. L’arma gli è stata sequestrata insieme alle munizioni, quelle all’interno della pistola e altre trovate nella disponibilità dell’uomo, che è stato denunciato per minacce gravi e aggravate. 

 

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS

Crediti foto: Shutterstock

TAG:
Bologna mascherina pistola

ultimo aggiornamento: 22-02-2021


Svolta vaccini, accordo firmato: i medici di famiglia somministreranno il vaccino

Delitto Novi Ligure, Erika si è sposata e vuole insegnare in una scuola del Madagascar