Asia Argento, prossima probabile concorrente de L’Isola Dei Famosi, in questi giorni occupa gli spazi dei media per l’uscita del suo libro “Anatomia di un cuore selvaggio”. Tra i tanti racconti ce n’è uno che con ogni probabilità scatenerà l’ennesimo scandalo ad Hollywood.

Stando ai racconti della figlia di Dario Argento, l’attrice sarebbe stata drogata e stuprata da Rob Cohen, il regista che vanta tra i suoi successi molti film tra cui Fast and Furious e Dragonheart. Queste le sue parole sul libro:

È la prima volta che parlo di Cohen. Successe nel 2002 mentre giravamo xXx. Abusò di me facendomi bere il Ghb (la droga dello stupri, ndr), ne aveva una bottiglia. Ai tempi sinceramente non sapevo cosa fosse. Mi sono svegliata la mattina nuda nel suo letto. È la verità. La cosa più pura di questo MeToo è che una donna si riconosce nell’altra. Se uno tiene una bottiglia di Ghb sicuramente l’avrà dato anche ad altre“.

Nessuna descrizione disponibile.

Questo è il secondo grave episodio di violenza sessuale subito dalla Argento dopo quello confessato anni fa sempre a suo carico per mano di Harvey Weinstein da cui partì il movimento “Mee Too”.

 

 

 

 

Crediti Foto: asiaargento/instagram


Viaggi, no a quelli non essenziali. Test e quarantena per chi proviene dalle aree a rischio

Emergenza Covid, da domenica test molecolare obbligatorio per chi entra nel Paese