Seguici su

Attualità

Appennino senza neve, piovono disdette: chiesto un incontro urgente col Ministero per un piano straordinario

Pubblicato

il

Turismo in ginocchio sugli Appennini senza neve. Le regioni Emilia-Romagna, Toscana e Abruzzo, vista la situazione di emergenza, hanno chiesto un incontro urgente con il ministro del Turismo, Daniela Santanchè, al fine di approntare un piano straordinario.

La situazione più critica si registra in Emilia Romagna, dove quasi tutte le piste sono rimaste chiuse (al comprensorio del Cimone, nell’Appennino modenese, oggi soltanto quella del campo scuola dei bambini è aperta), con albergatori, gestori di impianti e maestri di sci costretti a far fronte alle disdette da parte dei turisti.

Le Regioni puntano ad ottenere “risorse fresche per compensare, almeno in parte, i danni prodotti da questa anomalia climatica”, ma anche “provvedimenti per posticipare i mutui” e “aiuti per la sostituzione dei vecchi impianti di innevamento con quelli di ultima generazione che permettono di mantenere la neve artificiale anche a temperature più elevate”.

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità
Pubblicità

WEB TV

Pubblicità