Torna la paura per un’altra stagione “in bianco”. L’Alto Adige, mentre prepara le piste da sci, deve far fronte all’esplosione di casi

Natale sugli sci a rischio 

“Saltare due stagioni sarebbe la morte economica e sociale della montagna italiana” dice Valeria Ghezzi, presidente nazionale degli impiantisti. Alla vigilia della riapertura delle piste, Regioni, Governo e località turistiche concordano sulla necessità di evitare un ulteriore lockdown. L’impennata dei contagi in Alto Adige, Friuli, Veneto e Valle d’Aosta, minaccia però la possibile ripartenza del settore.

“Il problema è evitare che No Vax e No Pass distruggano un’industria cruciale anche per la salute delle persone. La continuità delle attività economiche e della vita sociale va garantita, a costo di riservare lo sci in pista ai vaccinati con Green Pass” ha dichiarato il presidente altoatesino Arnold Kompatscher.

Per sciare, attualmente, non è richiesto il certificato verde. Questo è obbligatorio solo per salire su cabinovie e funivie. Libero per tutti l’uso di seggiovie e skilift. Sul Natale e sulla stagione invernale, però, grava il colore delle Regioni indotto dai numeri della pandemia. In “zona bianca e gialla”, nessuna conseguenza, in “zona arancione e rossa” si preme per scongiurare il blocco delle attività. 

Sciatori stranieri

A preoccupare è anche l’afflusso degli sciatori dall’estero, pari al 50% del totale, esclusi i russi bloccati dal non riconoscimento del siero Sputnik. Germania e Paesi Bassi, ad esempio, fronteggiano la quarta ondata. In lockdown, invece, l’Austria. Travolto dal Coronavirus anche l’Est Europa, grande mercato per il turismo sulla neve. Sorvegliati speciali anche i mercatini di Natale: Monaco di Baviera li ha già sospesi.

Segui OA Plus Viaggi su Instagram 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS

Crediti Foto: Shutterstock.com

 

TAG:
Natale 2021 Natale Coronavirus Natale sci 2021

ultimo aggiornamento: 19-11-2021


Dall’auto di lusso al sesso orale, ecco cosa viene offerto per invogliare alla vaccinazione anti-Covid