Hampden Park, Glasgow
Crediti Foto: Shutterstock.com

Il Campionato europeo di calcio 2020, in occasione del 60º anniversario dalla nascita del torneo, avrà luogo in 12 città distinte. Scopriamo insieme Glasgow

Euro 2020

Il Campionato europeo di calcio 2020, giunto alla 16esima edizione, in occasione del 60º anniversario dalla nascita del torneo, vedrà la fase finale svolgersi in 12 distinte città europee. Sarà il primo a sedi miste e nessuna sarà qualificata come squadra ospitante. Dopo “Francia 2016”, anche questa manifestazione adotterà il nuovo “format” a 24 nazionali, approvato nel 2005. Esse saranno suddivise in 6 gironi da 4 squadre ciascuno. A passare il turno e qualificarsi, per gli ottavi di finale, saranno 16 squadre: le prime due di ogni girone più le quattro migliori terze. Il 19 settembre 2014, l’UEFA ha reso noto ufficialmente le dodici città selezionate: Amsterdam, Baku, Bilbao, Bucarest, Budapest, Copenaghen, Dublino, Glasgow, Londra, Monaco di Baviera, Roma e San Pietroburgo.

View this post on Instagram

? Who will lift this at #EURO2020❓

A post shared by UEFA EURO 2020 (@euro2020) on

I gironi di Euro 2020

  • A (Roma e Baku): Italia, Svizzera, Turchia e Galles
  • B (San Pietroburgo e Copenaghen): Belgio, Russia, Danimarca, Finlandia
  • C (Amsterdam e Bucarest): Ucraina, Paesi Bassi, Austria, Vincente Play-off Lega D
  • D (Londra e Glasgow): Inghilterra, Croazia, Repubblica Ceca, Vincente Play-off Lega C
  • E (Bilbao e Dublino): Spagna, Polonia, Svezia, Vincente Play-off Lega B
  • F (Monaco di B. e Budapest): Germania, Francia, Portogallo, Vincente Play-off Lega
Glasgow, la città più grande della Scozia

La storia e la tradizione di Glasgow fanno da contrapposizione alla modernità tipica delle sue strutture architettoniche. La più grande città della Scozia, in origine, altro non era che un piccolo centro mercantile nato lungo le rive del fiume Clyde. Nel corso dei secoli si è trasformata in uno dei porti più importanti al mondo. La Piazza “George Square”, in stile vittoriano, rappresenta l’anima e il cuore pulsante cittadino. Proprio intorno a quest’ultima si è sviluppato il centro storico, dominato dal maestoso palazzo delle “City Chambers“. Il fitto reticolo di strade nominato “Merchant City“, un tempo sede di numerosi case popolari, rappresenta oggi la zona “in” di Glasgow ricca di caffè, pub e locali dediti allo shopping. Nei dintorni del centro si trovano la “Gallery of Modern Art”, una delle più provocatorie gallerie della Gran Bretagna, e la Lighthouse: esposizione dedicata alle migliori opere architettoniche e di design, della Nazione. Di notevole fascino è la Cattedrale di “St. Mungo“, maestosa struttura gotica. L’origine risale al VII secolo, quando il Santo Patrono fondò nel sito una piccola cappella, poi ampliata e trasformata nel corso dei secoli. In prossimità della Chiesa assolutamente da visitare il cimitero monumentale, più noto come “Necropolis“.

Glasgow Pub Crawl

C’è chi a Glasgow viene solo per questo. Dopo tanta arte e cultura, arriva il meritato “giro dei pub”: il “Glasgow Pub-Crawl“. La vacanza potrebbe anche trascorrere così, di pub in pub degustando le migliori birre prodotte nel massimo rispetto della tradizione locale. A proposito di storia e tradizione impossibile non nominare il “Sloans Bar“, il pub più antico della città (1797).

Glasgow e dintorni

Le “Highlands” scozzesi rappresentano il sogno paesaggistico per ogni fotografo. Vero e proprio simbolo della Scozia, sono caratterizzate da un’atmosfera unica al mondo. Si tratta di una regione selvaggia, un luogo in cui si succedono laghi, foreste e colline. Tra le “location” da non perdere, di questa zona, c’è il misterioso lago “Loch Ness“. Uno dei più famosi del Pianeta grazie alla leggenda del mostro “Nessie“. Il lago, che misura oltre 37 chilometri di lunghezza, è circondato da costruzioni d’importanza storica, tra cui il castello di “Urquhart“. Sempre nelle vicinanze, il castello di “Eilean Donan” costruito al di sopra di una piccola isola e collegato alla terraferma da un ponte di pietra, è stato invece set di film e serie TV come “Highlander“.

Al largo della costa occidentale della Scozia si trovano le “isole Ebridi“, un arcipelago composto da numerosi isolotti, le cui bianche spiagge offrono un paesaggio simile a quello caraibico. Nell’isola di “Skye”, una delle più famose, si possono ammirare le cascate “Fairy Pools” o le formazioni rocciose del “Black Cuillin“. Una visita della cittadina di Tobermory permette invece di effettuare uscite in barca per avvistare esemplari di delfini e balene.

A circa 80 Km da Glasgow si trova Edimburgo, la capitale della Scozia, città unica e affascinante. La poca distanza rende sicuramente l’occasione molto ghiotta: in un solo viaggio visitare le due cittadine più famose della Nazione. L’attrazione principale è sicuramente il “Castello di Edimburgo”, arroccato in cima a una collina dalla quale domina tutta la città. Si tratta di uno dei luoghi più visitati di tutto il Paese.

Cosa mangiare Glasgow

Il piatto tipico scozzese più noto in tutto il mondo, è senza dubbio l’Haggis. Quest’ultimo viene preparato con frattaglie di pecora o agnello (tra le quali figurano polmoni e rognone), farina d’avena, cipolle e spezie. Può essere consumato in moltissimi modi: accompagnato semplicemente ad un purè di patate o fungere da ripieno per l’agnello stesso. Dal punto di vista delle bevande invece, l’alcolico nazionale per eccellenza è senza dubbio il whisky, un distillato ottenuto da vari cereali fermentati che viene fatto invecchiare in botti di legno di rovere. Se invece preferite rimanere su pietanze tipicamente italiane, vi consiglio di provare la pizzeria “Paesano” dove potrete assaggiare la migliore pizza di tutta la Scozia.

Hampden Park

“Hampden Park” è la casa del Queen’s Park F.C. e della nazionale di calcio scozzese. La sua storia centenaria, inaugurato nel 1903, è stata testimone di numerose partite internazionali di rilievo. Tra queste le finali di “Coppa Campioni” 1960-1976 e 2002 (vinte rispettivamente da Real Madrid, Bayern Monaco e nuovamente dai “Blancos”), la finale di “Coppa Uefa” del 2007 vinta dal Siviglia e le finali di “Coppa delle Coppe” 1962-1966. L’impianto ha una capacità di 51.866 spettatori. Il Gruppo D sarà di scena in questo impianto, uno dei più antichi d’Europa, il 15-19 e 23 giugno. Ospiterà anche l’ottavo di finale del 30 giugno.

Come raggiungere Hampden park

”Hampden Park si trova a circa 6 chilometri dal centro di Glasgow in direzione Sud. Il modo più rapido e pratico per raggiungerlo è utilizzando il bus. Le linee 75 e 90 sono quelle maggiormente consigliate per avvicinarsi allo stadio.

Potete seguire i miei viaggi anche sui canali social:

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OA PLUS
Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS

Crediti Foto: Shutterstock.com

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui