Istituito un “filtro” a Verona per intercettare mezzi non in regola. Salvini: “Facciamo lo stesso con loro”

Caos al Brennero

L’Austria ha preteso il tampone “anti-Covid”, al “Passo del Brennero”, per i camionisti in transito. Questa scelta ha causato code e disagi, la A22 ha fatto registrare code di 40 km verso Bressanone. Gravi difficoltà per gli autotrasportatori che hanno dovuto affrontare, inoltre, temperature particolarmente rigide: -10 gradi. Intervenuto, a riguardo, anche il nostro ministero dei Trasporti che ha istituito un “filtro” a Verona per evitare di far proseguire mezzi non in regola.

Test Covid

Per i mezzi in transito, la cui destinazione si trova in Germania oppure deve essere raggiunta attraverso la Germania, all’ingresso in Tirolo (Brennero, Passo Resia e valico di San Candido-Prato alla Drava) serve un tampone negativo, Pcr o antigenico, effettuato nelle 48 ore precedenti. Per questo motivo sono state istituite delle postazioni per effettuare i test. Per evitare congestioni al traffico, vengono effettuati dei controlli lungo l’Autostrada del Brennero a Verona ed Affi. In assenza di un certificato, i veicoli vengono deviati verso l’A4.

“Vergognose le code chilometriche sul Brennero. L’Austria fa entrare i camionisti in arrivo dall’Italia solo dopo un tampone negativo. I nostri lavoratori meritano regole chiare, rispetto e parità di condizioni dato che siamo in Europa. Se queste sono le disposizioni dobbiamo essere pronti a fare lo stesso” dice il leader della Lega Matteo Salvini.

Da domenica sera è stato predisposto nell’autoporto Sadobre, a Vipiteno, un presidio per eseguire tamponi rapidi.

Segui OA Plus su Instagram

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS

Crediti Foto: Shutterstock.com

 

 

TAG:
Austria test camionisti Coronavirus

ultimo aggiornamento: 15-02-2021


Roma, fidanzatini derubati e feriti, autista del bus chiude le porte e li porta in ospedale

Turchia: maxi operazione contro il Pkk: 718 arrestati