È andata in scena ieri sera la prima puntata del Talent X Factor, seguito dall’Extra Factor, e non sono mancate sorprese, gaffes e colpi di scena, con tanto di espressioni colorite ma tanto, troppo, miele. Ecco i promossi e i bocciati della prima puntata

PROMOSSI

ALESSANDRO CATTELAN: Pressoché impeccabile anche nell’emergenza, nel tappare i buchi dovuti ai tempi di diretta e televoto e nel parare il colpo di un Mika che fa un entrata a gamba tesa sugli autori del programma che neanche l’ex nerazzurro Medel (e quindi beniamino si Cattelan) sotto 0-2 nel derby, si sarebbe potuto lasciar sfuggire. Bravo anche nella copertina musicale iniziale… Voto 7.

MIKA: La esibizione rainbow, contro le discriminazioni, in particolare di carattere sessuale, l’insert in italiano nel finale di Tomorrow che apre le porte ad una sua auspicabile partecipazione al festival di Sanremo con un brano tutto in italiano, la colorita esortazione ai giudici di togliere l’auricolare con i suggerimenti degli autori, il giro di parole con cui decide di salvare colei, Giordana, che tutti sapevano che avrebbe salvato perché Mika di musica ne capisce eccome. Se non ci fosse stato lui sarebbe stata un’altra puntata, più noiosa e meno spumeggiante. Difficilmente, però, tornerà a fare il giudice con questa produzione… Citofonare Arisa… Voto 9

SAMUEL: L’unico che si ribella al “sistema” ed esce dalle righe in alcune occasioni. All’apparenza il più vero di tutti. Distribuisce carezze ma anche qualche scoppola con motivazioni più che plausibili. I suoi gruppi sono forti e lo sa, spingendosi da subito oltre con alcune scelte. Nel caso dei Seawards pure troppo oltre… Voto 7

MARA MAIONCHI: Promossa a prescindere e santa subito! Nel mondo patinato della musica, nel mondo perfetto della tecnologia, nel mondo ingessato della Tv, le sue dimenticanze, le sue parolacce, i suoi intrventi restituiscono al programma un barlume di genuinità che piace al pubblico. Restano le dimenticanze, le parolacce e l’ammissione di non conoscenza di “Don’t Look Back in Anger” che avrà sentito almeno cento volte… Dobbiamo preoccuparci??? Sa ascoltare i suoi collaboratori e ne esce alla grande con le scelte musicali per i suoi pupilli. Voto 7

ACHILLE LAURO: La promozione la deve tutta al look, eccentrico, sfavillante, da vera prima donna (primo uomo con paillettes e tacchi suona male). Per il resto è l’imitazione dell’imitazione che fece Guzzanti del coatto un po’ scoppiato (“Ma de che ahò?”). Monosillabi e frasi fatte non bastano per chi in qualche modo dovrebbe tenere le redini del programma o comunque dire cose sempre interessanti e mirate. Lasciamo da parte “principi e principesse” e mettiamo un po’ più sostanza, se c’è… Voto 6

[embedit snippet=”sky-single-video”]

BOCCIATI

MALIKA AYANE: Piacevole, affascinante, intelligente, assolutamente centrata nel ruolo e impeccabile in buona parte degli interventi. E allora? Perchè bocciata??? Perchè non si può consegnare “il pezzo” dei Joy Division al primo che passa per strada, perchè dalla giudice più graffiante dei provini e dei bootcamp non ci si aspetta una amichevole pacca sulla spalla a tutti i concorrenti, perchè non si può scegliere un pezzo che Mara Maionchi non conosce (?!) Voto 5.5

SFERA EBBASTA: Ma come? Soldi, donne trattate a pesci in faccia (sì, c’è anche il doppio senso), soldi, droga, sesso e ancora soldi a tutti i costi nei testi delle canzoni e poi agnellino che si fa andare bene tutti, compresi quelli da lui stesso bocciati nei provini, dietro la scrivania? E’ lui il primo a dover seguire il consiglio di Mika e due chiacchiere con la produzione, fossimo in Sfera, le faremmo. Qualche guizzo che segnala una preparazione accurata al programma c’è stato ma da Sfera Ebbasta ci si aspetta sempre il coup de theatre, lo scazzo, l’espressione graffiante. E perde per strada pure il primo pezzo, Maryam. Solo una sana consapevole libidine salva il giovane dallo stress e dall’Azione Cattolica, che da ieri sera vanta un iscritto in più, preso anche a male parole da Mara quando si permette di dirle che ha una certa… Voto 5

COEZ: Tommaso Paradiso può dormire sonni tranquilli. Speriamo si rimetta in forma per il live da tutto esurito al Mediolanum Forum ma forse non ce ne sarà bisogno perchè il pubblico canterà per lui, nascondendo qualche magagna di intonazione che ieri è emersa in modo “drammatico” (sempre di musica si parla, sia chiaro). Le sue canzoni sono belle, orecchiabili, le abbiamo cantate tutte e, prima o dopo il nuovo singolo, che al primo ascolto non decolla, un minuto e mezzo di medley dei suoi successi non avrebbe guastato ma questa non è colpa sua. Voto 4.5

EXTRA FACTOR: Tutto da rodare, presentatori, ospiti, tempi, battute dei “comici” (Rocco Tanica, dove sei????), discussioni, confronti. le scarpe di Pilar Fogliati. Si salva, e alla grande, solo The Andre e poco altro ma può e deve crescere. Voto 4.5.


Il Premio Tenco, Achille Lauro e la musica sacra

Mika ad X Factor 13: ”Buttate quelle merde dalle orecchie e siate voi stessi”