Uno dei massimi esponenti del giornalismo sportivo italiano, Gianni Brera, soleva dire la massima “Uno scudetto vinto da altre è sempre perso dalla Juventus: e proprio questo è il fascino del campionato”. Sono due anni che la Juventus non vince il campionato e che non è stata mai in lotta seriamente per il titolo.

Due anni fa, la scommessa Andrea Pirlo, voluto fortemente da Andrea Agnelli, non ha sortito gli effetti sperati: il quarto posto, fondamentale per disputare la Champions League, è stato raggiunto in maniera piuttosto rocambolesca all’ultima giornata, grazie anche al pareggio del Napoli contro il Verona.

L’ultima stagione sembrava avere i crismi del rilancio con la chiamata alle armi del soldato Allegri. Sconfessato per il suo stile di gioco dalla dirigenza, che gli aveva preferito Sarri, “Max” è ritornato alla Vecchia Signora dopo due anni di inattività. Il tecnico di Livorno ha rifiutato la corte del Real Madrid di Florentino Pérez pur di ritornare ad allenare in Italia, ottenendo un quadriennale da 7 milioni a stagione. I risultati, però, non sono stati all’altezza, complice anche un mercato che ha visto i migliori colpi solo nella sessione invernale ( Vlahović e Zakaria) e un gioco che è stato davvero poco piacevole a vedersi. Anche il passaggio dalla Ferrari alla Juve di Maurizio Arrivabene era stato valutato positivamente.

Tuttavia, le cose non sono andate così. Dapprima l’Inter degli ex Conte e Marotta e poi il Milan di Maldini e Ibrahimovic hanno vinto gli ultimi due scudetti. Molti tifosi bianconeri, pertanto, si chiedono se la Serie A 22-23 coinciderà con il ritorno della Juve. La risposta all’interrogativo in questione è positiva. Vi sono tutta una serie di fattori per credere quanto meno che la Vecchia Signora possa migliorare i risultati dell’ultimo biennio e candidarsi seriamente come favorita a vincere il prossimo scudetto.

Vi sono tutta una serie di fattori che lo lasciano chiaramente intendere. In primo luogo, il 2022-2023 sarà l’anno del centenario della famiglia Agnelli. Ragion per cui, i tifosi si aspettano un altro colpo di mercato sensazionale. Il ritorno di Paul Pogba a parametro zero dal Manchester United, dato da molti come fatto, potrebbe essere accompagnato da un’altra sorpresa. Sergej Milinković-Savić, centrocampista tanto apprezzato dai club di mezza Europa e che con ogni probabilità lascerà la Lazio. Il serbo, il francese e Locatelli, con un anno di esperienza in più, potrebbero comporre un terzetto di centrocampo davvero fenomenale.

Tuttavia, pare certo che la Juve debba fare qualcosa anche in avanti. Dušan Vlahović è apparso troppo solo in molte partite: ci si aspettava di più rispetto ai 7 gol in 15 partite, specie se messi a confronto con i 17 in 21 match realizzati con la Fiorentina nella prima parte di stagione. Di Maria e Kostić sono alcuni dei nomi che più piacciono alla dirigenza. Acquisti big che con il recupero di Federico Chiesa, forse già a settembre, potrebbero rappresentare una svolta per le trame offensive della Juventus.

In difesa, ci sarà poi da risolvere la grana De Liegt. L’olandese ambisce a traguardi migliori rispetto ai due quarti posti degli ultimi anni. E con un mercato in grado di far sognare i tifosi, non paghi dopo 9 scudetti consecutivi prima della rinascita delle milanesi, la permanenza dello stopper di Leiderdorp dovrebbe essere confermata anche per la prossima stagione, a meno di offerte da capogiro.

Insomma, la Juventus sembra avere tutte le carte in regola per poter vincere la Serie A 22-23, anche perché le rivali, soprattutto le milanesi, devono fare ancora un po’ di chiarezza a livello societario. Anche i principali bookmakers come scommesse online NetBet sembrano pensarla così. La Juve resta la favorita alla Serie A 22-23 con quote che si aggirano ad oggi tra i 2,35 e 2,75. Più dietro l’Inter tra 2,90 e 3, il Milan tra 3,50 e 4,50.

 

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS


Elisabetta Canalis, da “Vite da Copertina” al kick-boxing: il debutto il prossimo 18 Giugno al “Night of Nick and Punch”

Padel e solidarietà a Riccione: oltre 100 donne scendono in campo a sostegno della AIL