Campione del mondo nel 2018, ha combattuto fino all’ultimo giorno contro l’osteosarcoma, alla gamba sinistra, scoperto nel 2020

Addio a Filippo Mondelli

Lo sport italiano è in lutto: morto, a 26 anni, Filippo Mondelli campione del mondo di canottaggio nel 2018. L’atleta azzurro aveva trionfato nella manifestazione iridata, di Plovdiv (Bulgaria), nel quattro di coppia con Luca Rambaldi, Andrea Panizza e Giacomo Gentili. Avrebbe compiuto 27 anni il prossimo 18 giugno. Lo ha reso noto la Federazione. Mondelli, aveva un osteosarcoma alla gamba sinistra, malattia che aveva scoperto nel gennaio 2020 durante un raduno con il gruppo olimpico. Con il quarto posto nel 2019, a Lienz, aveva “qualificato” la barca alle Olimpiadi di Tokyo.

Originario di Como, aveva cominciato a praticare il canottaggio nel 2007 e nel 2015 aveva vinto l’oro nel “4 Con” ai Mondiali Under 23. Passato nel gruppo della Nazionale maggiore, dopo l’Olimpiade di Rio 2016, aveva gareggiato per un’intera stagione nella specialità del doppio con Luca Rambaldi, vincendo la medaglia d’oro ai Campionati europei del 2017 e la medaglia di bronzo ai Mondiali dello stesso anno. Nel 2018 aveva fatto parte del quattro di coppia, con Luca Rambaldi, Andrea Panizza e Giacomo Gentili, vincendo la medaglia d’oro agli Europei di Glasgow e ai Mondiali di Plovdiv.

“Con silenzio e rispetto tutta l’Italia del canottaggio, insieme al Presidente del Coni, al Presidente della Federazione, al Consiglio federale, allo Staff Tecnico, a tutti i compagni di nazionale, formula le più sentite condoglianze per la scomparsa del caro Filippo. Rimarrai sempre nei nostri cuori” si legge sul sito della Federazione.

Il Coni, in segno di lutto, ha issato a mezz’asta le bandiere istituzionali.

Segui OA Plus su Instagram

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS

Crediti Foto: IG Filippo Mondelli

 

 

TAG:
Canottaggio Filippo Mondelli

ultimo aggiornamento: 29-04-2021


Bargiggia contro la Leotta: “Se vuole fare la giornalista e non la velina inseguita dal gossip, basterebbe scegliere un profilo diverso. Nell’ambiente tutti sanno ma nessuno parla”

Covid, morto ciclista Mansilla, il post prima di essere indotto in coma:”Vediamo se questo corpo può svegliarsi ancora una volta”