Di Scarlet Lovelace

Si può dire che dobbiamo l’introduzione del burlesque per il grande pubblico in Italia, all’incantevole Dita Von Teese, ospite a Sanremo nel lontano 2010 dove regala momenti da sogno con la sua monumentale coppa di champagne.
Dita (al secolo Heather Renée Sweet) appare come modella e showgirl già nel 1990, a 18 anni, distinguendosi dalle altre stripper per la classe ed il suo stile ispirato alle bellezze d’epoca come Gipsy Rose Lee (Performer) e Bettie Grable (Attrice hollywoodiana e pin up girl).
La Von Teese diviene presto musa di molti artisti, tra stilisti e musicisti (chi non ricorda il suo matrimonio con il rocker Marilyn Manson!!). Oltre ad essere la performer più popolare al mondo, è una discreta attrice e cantante e ha disegnato una propria linea di lingerie ispirata agli anni 40 e 50 e distribuito un meraviglioso profumo ai feromoni.
Dita è bellissima, elegante, i suoi costumi sono costosissimi (le sue scarpe sono disegnate e create per lei niente popò di meno che dallo stilista Louboutin!), il suo stile è superglamour e le sue movenze sono sinuose, essenziali e sensualissime. È la donna che incanta e fa sognare, conducendo la sua audience in un’altra dimensione.
È sua collega e grande amica ma dallo stile e la personalità totalmente diversi, Dirty Martini. Nata Linda Marracini, Dirty Martini è una performer newyorchese nota per i suoi numeri esplosivi che includono danza classica, danza dei veli e la bellezza e l’ironia di una diva anni ’50.
È inoltre ballerina e insegnante di danza classica; è attrice e, se volete vedere un vero film sul burlesque, vi suggerisco “Tournée”, nel quale è protagonista insieme con altre colleghe.
È stata modella per importanti fotografi ed è a tutti gli effetti una leggenda vivente del neo burlesque. Nel 2004 vince il Miss Exotic World, il più importante festival di burlesque al mondo.
Dirty è un’artista superlativa: ho personalmente avuto l’onore di conoscerla al festival di Cabaret e Burlesque di Torino, lo scorso ottobre: sul palco è una dea, sa essere eterea ma anche grottesca; è divertente, erotica e decisamente carismatica.
È leggera, sembra volare una spanna sopra e ti incanta facendoti dimenticare i suoi 130 chili. Perché è questa la vera magia del burlesque: essere fiere di ciò che si è e mostrarlo in un modo che lo spettatore si perda in cotanta magia.
Ho potuto poi seguire uno dei suoi workshop: oltre ad essere un’artista insuperabile è un essere umano di una dolcezza, umiltà e simpatia incomparabili. Non conosco performer o altri “addetti ai lavori” che non riconoscano la creatività e la bellezza di Dirty Martini.
Se dovessi paragonare musicalmente le due artiste potrei dire che: Dita Von Teese sta a Madonna come Dirty Martini sta a David Bowie.
Tutti indubbiamente grandi artisti ma ognuno unico nel suo stile e nel messaggio che vuol mandare.
Restate collegati a questa rubrica per non perdervi nuove storie burlesche!!!
Curves&Tease to you all
TAG:
Burlesque Dirty Martini Dita Von Teese

ultimo aggiornamento: 27-01-2020


Musica, COVER STAR. Pink la nota e la cover di Michelle Davina Hoogendorn diventa virale

Rubrica, MEI. MUSICA IN GIALLO di Roberta Giallo. “Perché non guarderò Sanremo”