Di Marta Scaccabarozzi 

Chi, in questi giorni, non sente un’irrefrenabile esigenza di muoversi? Ne parliamo con i Grace N Kaos, che hanno recentemente pubblicato il nuovo brano che si intitola proprio “L’esigenza di muoversi”. Una canzone nata prima dell’emergenza Coronavirus ma che oggi è decisamente “sul pezzo”.

 

Ciao ragazzi, “L’esigenza di muoversi” sembra il brano perfetto in questo momento così delicato. Credete che la canzone possa essere un messaggio di coraggio per gli italiani in questo periodo nel quale siamo costretti a stare fermi?

 

Ciao. ‘L‘esigenza di muoversi’  parla del bisogno di sfogarsi, di sentirsi liberi e di isolarsi in quei momenti intimi che i runners conoscono bene. La nostra canzone è nata circa un’anno fa e prodotta a fine 2019. La sua uscita era stata programmata da prima di questo momento delicato dove ci troviamo tutti ‘Immobilizzati’. Sicuramente oggi le parole contenute ne ‘L’esigenza di muoversi’ prendono ancora più valore e senso. Se questa canzone da’ coraggio o aiuta in un qualche modo gli ascoltatori ne siamo felici, in fondo tutta la nostra produzione musicale ha sempre voluto lasciare un messaggio positivo o di riflessione.  Questa volta non era voluto in questo senso ma va bene che diventi un augurio per gli italiani. Di più non vogliamo sbilanciarci visto che l’attuale produzione musicale di questi giorni ha preso una piega riprovevole dove il tema Coronavirus è diventato un pretesto per far crescere Views e Likes senza avere la sensibilità necessaria nei confronti di chi in questo momento sta veramente soffrendo.

 

Anche il video ci ha particolarmente colpiti, proprio per le immagini di persone vicine ed unite e in frenetico movimento, in totale contrasto con la realtà delle ultime settimane. Come è nata l’idea?

 

Il video è stato creato da ‘oZZo’ e l’idea è nata discutendone con lui. Essendo lui stesso un musicista esperto e vivendo nel centro di Milano è riuscito a cogliere l’essenza del brano e visualizzarla con immagini della società moderna in veloce movimento. In questo Video il contrasto rispetto alla situazione sociale attuale è stato voluto. Il fatto stesso che oZZo sia stato tra i primi a vivere questo disagio da vicino, il fatto di essere isolato nel centro della sua città, il fatto di aver visto amici e parenti colpiti dal Coronavirus ha fatto si che sviluppasse quella sensibilità artistica per creare un clip diametralmente opposto alla realtà delle ultime settimane mantenendo uno spunto di riflessione senza cadere nella marchetta. Di questa sua professionalità gliene siamo grati.

Con il precedente video, “Nero”, avete vinto il Premio Voci per la Libertà di Amnesty International. Sembra quindi che i temi sociale siano a voi cari. Credete che la musica debba in qualche modo smuovere le coscienze?

Crediamo che la Musica e l’Arte in generale debbano smuovere le coscienze. Devono assolutamente far riflettere, oggi più che mai dove tutti andiamo di corsa e non c’è tempo per pensare ecco che una canzone ti può attrarre perché ti emoziona ed in un secondo momento ti accorgi che ti sta parlando e trovi la voglia per approfondire quel messaggio magari portandoti ad agire secondo propria coscienza. Ci sono messaggi Universalmente Indiscutibili come la libertà, il problema dell’inquinamento, lo sfruttamento o le guerre in atto tanto per citarne alcuni che dovrebbero trovare spazio attraverso le parole degli Autori. Nella Musica non succede quasi mai nel mainstream diversamente da altre Arti. Se dico Bansky ci siamo già capiti! Non siamo ipocriti, anche a noi piace la musica leggera spensierata che fa divertire. Ci piacerebbe però che gli Artisti Big dessero il loro contributo con un solo brano impegnato per album. Sarebbe questo già tantissimo. Ecco il nostro obiettivo è quello di riuscire a creare un brano attraente, bello e mainstream senza parlare di qualcosa di scontato. Noi ce la mettiamo tutta poi il tempo ci dirà se siamo abbastanza maturi per riuscirci.

 

Dopo queste due canzoni cosa dobbiamo aspettarci da voi? State pensando a un disco?

 

Usciremo con nuovi brani singoli e saranno molto diversi tra loro così come lo sono state ‘Nero’ e ‘L‘esigenza di muoversi’. Il nostro ultimo disco LP è ‘Bambino’ (2018). E’ un disco che aveva un filo conduttore in cui ogni canzone parlava di un’esperienza diversa vissuta come Esseri Umani. Oggi non stiamo lavorando su un progetto artistico univoco come un Disco ma stiamo invece sperimentando sia a livello musicale che di scrittura canzone dopo canzone. Il genere resterà comunque Rock Alternative o Crossover, termine quest’ultimo che meglio ci rappresenta ma che è oggi in disuso. Per darti un’idea di quello che intendiamo con ‘incrocio’ se ascolti ‘Nero’ si sviluppa su una struttura Pop Italiana con uno solo di Tromba vera che sfocia in un Rap in francese con al di sotto un solo di Chitarra blues nascosto sotto le parole. Vediamo quindi di comporre senza troppe limitazioni o pregiudizi cercando di lasciare la creatività libera ad ogni componente della band (siamo in 6). Quindi per rispondere alla tua domanda se alla fine ne usciranno brani collegati tra loro da un filo comune sicuramente li raccoglieremo in un Album o due  EP per dare la possibilità agli amanti del formato fisico di averlo ma si parla di fine anno.

 

 

Leggi QUI l’articolo originale sul sito del MEI – Meeting delle Etichette Indipendenti.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS

TAG:
Grace N Kaos NewMusicThursday

ultimo aggiornamento: 09-04-2020


Tutti pazzi per l’audio 8D, ma che cos’è? Ecco come funziona, i pro e i contro

Scuola, il ministro Azzolina annuncia che saranno ridotti gli alunni per classe