“Gli aggressori hanno tentato di attaccare, ma grazie ai nostri coraggiosi soldati che conoscevano i loro trucchi, i militanti sono stati sconfitti. I loro cadaveri e feriti giacciono tutto intorno”, così commenta di fronte ai giornalisti il comandante somalo, gen. Odowa Yusuf Rage, a seguito dei due attacchi terroristici avvenuti quest’oggi nella regione del Lower Shabelle, in Somalia, presso le cittadine di Awdheeglee e di Bariire, a trenta km di distanza tra loro.

Il numero delle vittime non è ancora stato diffuso, ma il generale sai è riservato di dare ulteriori informazioni dopo le indagini dei prossimi giorni. I terroristi del gruppo di Al-Shabaab hanno preso di mira due basi militari somale, facendo esplodere le autobombe e procedendo armati verso l’obiettivo. I testimoni di Awdheeglee affermano che i soldati hanno avuto la meglio dopo un’ora di combattimento. Gli johadisti hanno tentato di entrare con l’autobomba nella base, ma sono stati costretti a farla esplodere fuori.

Al-Shabaab significa ‘I Giovani’, ed è il nuclei di al-Qaeda in Somalia, generatosi durante la guerra civile che ha messo in ginocchio il paese negli ultimi 30 anni.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS

Crediti foto. Shutterstock

TAG:
jihadisti Somalia

ultimo aggiornamento: 04-04-2021


Narcotizzata, violentata e filmata per un mese, riesce a scappare, ma poi ritorna e…

Mia Martini: “Semplicemente amore (Dal vivo)” è l’album che fa rivivere lo “storico” concerto del 1991 a Calvi d’Umbria