By Old Man Say

Vicki Sue Robinson la cantò nel 1976 e divenne in breve un classico della funky-soul, di quel fenomeno musicale e di costume che stava nascendo chiamato “disco-music”. Turn the Beat Around,  pubblicato come singolo e scritto da Gerald e Peter Jackson arrivò in quell’anno al numero 10 della classifica pop di Billboard e al numero 73 della classifica Soul della prestigiosa rivista musicale ma cosa più importante rimase al primo posto della classifica dei brani “disco” per quattro settimane, facendo guadagnare alla Robinson una nomination al  Grammy Award come miglior interpretazione vocale femminile pop. Giustamente convertitosi in un classico della disco music, presente in molte compilation dell’epoca ed attuali è stato riarrangiato e proposto da moltissimi artisti nel corso degli anni e remixato da d.j.’s che ci hanno regalato versioni più dance o che strizzano l’occhio alla “house music”. La statunitense Laura Branigan nel 1990 e successivamente Gloria Estefan, star del latin pop di Miami nel 1994 ci hanno regalato le loro “visioni musicali” di questa traccia ed in tempi più recenti gli italianissimi Relight Orchestra, il trio composto dal d.j. Robert-Eno, Mark Lanzetta ed Alex Montana ne hanno prodotto un remake nel 2005 con la splendida voce di Melanie, traccia poi inclusa nel loro primo album “Discology” pubblicato nel 2008 e poi ufficialmente remixato nel 2011.

La copertina della nuova versione di “Turn the beat around”.

 

Un evergreen convertitosi ad oltre quarant’anni dalla sua prima  pubblicazione in un  “inno” della musica “fashion-house”, tuttora apprezzatissimo all’estero e sempre attuale grazie ai remix 2012 inclusi in “10 -The Complete Collection” sempre di Relight. A quasi un decennio da quest’ultima pubblicazione è arrivato il momento per il dj romagnolo Mitch B. insieme ai Meters Follow ed a Relight Orchestra di rivisitare il brano e creare una versione più attuale tutta da ballare, un segnale chiaro che la ottima musica non ha tempo.

photo credits  Mitch B.

——————————————————————-


Old Man Say, dee jay e music designer, inizia il suo percorso ed evoluzione musicale negli anni ’80. Tante le esperienze in club italiani quali Tino Club, Vie en Rose, Cenerentola, Harem, Indie, Plaza, Gatto e la Volpe, Menhir, Teatriz, Slap e Scimmie, per poi arrivare a Beach Club e Lounge Bar come Vistamare beach & suites, Cafe della Rotonda, Oro Bianco, DR38. Dal 2015 vive e lavora in Ibiza ove è dj-resident di Jockey Club, Cocobeach, Hard Rock Hotel nelle consolle del Beach club, per i pool party nella piscina Splash e nell’esclusivo 9Ninth roof-top e di Sa Punta fine dining restaurant. Ha avuto l’occasione di essere ospitato in altre realta’ ibizenche in questi anni quali Savannah, Experimental Beach, Km5, Hotel Pacha, Sunset Ashram, Kumharas, Hotel Santos, Enigma beach club, Raco Ibiza fino alla consolle del Pacha‘ per il party Elements. Esperienze worldwide: Egitto al Pier 88 Cairo ed al Club 88 El GounaLe Palace, Le Salama, Smukke lounge e La Montaigne Marrakech (Marocco). Nub Lounge Amman (Giordania). Propone set di matrice deep, nomad-house, downtempo e balearica.

 

 

 


Poliziotta deruba e uccide con un colpo di pistola alla testa coppia di pensionati per regalare viaggio a Disney World alla figlia: condannata all’ergastolo

Max Gazzè per il ‘Vero amore’ sceglie Greta Zuccoli: “Grande talento e voce meravigliosa”