E’ giallo a Roma, uomo trovato morto in casa con parecchio sangue in bocca

A Roma, in via Gradioli, il 22 aprile, nella via resa famosa dal triste caso di Aldo Moro (qui vi fu il covo delle ‘Brigate Rosse‘, qui fu ritrovato il suo corpo) è stato rinvenuto cadavere con parecchio sangue in bocca Paolo M., un uomo sulla cinquantina, noto alla polizia per crimini legati al mondo della droga. L’uomo viveva in un monolocale con il figlio Simone, un ventenne di recente uscito dal carcere di Teramo per droga ed altri reati .

Come sia morto Paolo M., ancora non è chiaro, fatto sta che lo stesso 22 aprile, la polizia, giunta sul luogo, aveva posto sotto sequestro l’appartamento, ma quei sigilli, sono stati violati ieri, 25 aprile. Le telecamere della zona hanno inquadrato un ragazzo con indosso una tuta, varcare illegalmente la soglia del monolocale. La scena del crimine è dunque stata contaminata, inutile la richiesta di intervento da parte dei condomini, all’arrivo delle forze dell’ordine, il ragazzo era già scappato.

E’ giallo dunque in via Gradioli, la via che torna a far parlare di sé, anche per tutta una serie di illiceità legate al mondo della droga e della prostituzione. Il comitato di quartiere ha da tempo chiesto a gran voce lo sgombero dei seminterrati dei palazzi, divenuti tristemente noti per lo spaccio di droga.

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS

Crediti foto: Shutterstock


Scoprendo l’Italia, tour delle Marche on the road

E’ morta “Donna” Assunta Almirante, moglie del leader storico dell’MSI