Una notizia clamorosa, che mai avremmo potuto immaginare potesse provenire dall’ambiente tennistico, rinomato per essere tra gli sport principi del fair play, eppure, in queste ore l’accaduto sta facendo inevitabilmente il giro del web e delle testate giornalistiche: Yana Sizikova è stata ammanettata e arrestata durante gli Open del Roland Garros.

L’accusa che è stata rivolta alla tennista russa è quella di avere truccato l’esito di alcuni incontri al termine di una lunga indagine che la polizia di Parigi stava portando avanti da ottobre. La ragazza, nel momento dell’arresto, si trovava poco fuori dalla sala massaggi dopo aver perso in doppio assieme alla collega Alexandrova contro Tomljanovic-Sanders.

I sospetti sulla tennista sono partiti durante il Roland Garros giocato nell’autunno scorso dopo che insieme all’americana Brengle aveva perso 7-6 6-4 contro le romene Mitu-Tig, cosa, questa, che scatenò un insolito movimento di scommesse per molte decine di migliaia di euro. A fare insospettire gli agenti fu ciò che accadde al quinto game del secondo set, quando la Sizikova commise due doppi falli e sbagliato un punto facile.

Secondo il quotidiano “Le Parisien”, le guardie di sicurezza del torneo hanno cercato di impedire l’arresto, ma senza riuscirci, infatti,  la giocatrice, bloccata fuori dalla sala massaggi, è stata poi condotta nei locali del Servizio centrale per le Corse e Giochi della polizia giudiziaria.

 

Segui OA Plus su Instagram

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS

Crediti Foto: yana_sizikova/Instagram

 


Assegno unico per i figli, al via da luglio fino ad un massimo di 217 euro

Va a casa del fratello e gli spara due colpi in faccia sfigurandolo, poi si toglie la vita. Tragedia familiare a Prato, si cerca il movente