Il decreto Covid del 25 marzo chiarisce che dal 1° aprile “è fatto divieto di mobilità dalla propria abitazione o dimora alle persone sottoposte alla misura dell’isolamento per provvedimento dell’autorità sanitaria in quanto risultate positive al Sars-CoV-2, fino all’accertamento della guarigione”.

Nessuna novità dunque per quanto riguarda regole sull’isolamento per chi ha il Covid-19, i positivi dovranno restare in isolamento per 7 giorni, se vaccinati con la terza dose booster o se hanno completato il ciclo vaccinale da meno di 120 giorni e se guariti da meno di 120 giorni, gli altri per 10 giorni, alla fine dei quali, devono sottoporsi a test antigenico o molecolare. La novità si ha invece, per i contatti stretti.

Sia vaccinati che non vaccinati, non dovranno più rispettare la quarantena, ma solo sottoporsi a un periodo di auto-sorveglianza, ovvero  indossare dispositivi di protezione delle vie respiratorie di tipo FFP2, al chiuso o in presenza di assembramenti, per un periodo di dieci giorni dalla data dell’ultimo contatto stretto con soggetti positivi. Se insorgono sintomi durante l’auto-sorveglianza, si dovrà effettuare un test antigenico rapido o molecolare, anche presso centri privati a ciò abilitati.

Se ancora sintomatici, si dovrà effettuare un altro test antigenico rapido o molecolare per la rilevazione di Sars-CoV-2, anche presso centri privati a ciò abilitati, al quinto giorno successivo alla data dell’ultimo contatto. Gli operatori sanitari devono eseguire un test antigenico o molecolare su base giornaliera fino al quinto giorno dall’ultimo contatto con un soggetto contagiato.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS

crediti foto:

 

 

TAG:
autosorveglianza covid Isolamento quarantena

ultimo aggiornamento: 31-03-2022


LA FABBRICA DEI SOGNI di Chiara Sani. Bruce Willis si ritira dalle scene!

Bruce Willis è malato, addio al cinema. Il comunicato social della famiglia allargata: “Live it up”