Paris Jackson, figlia 25enne del leggendario Re del Pop, Michael, morto a Los Angeles il  25 giugno 2009, si è raccontata nel salotto televisivo della cara amica Willow Smith, anche lei figlia d’arte in quanto frutto dell’amore tra Giada Pinkett e Will Smith.

Paris, che è la figlia di mezzo del cantante e la figlia minore di Deborah Rowe detta “Debbie” e che nella vita fa anche lei la cantante e l’attrice, nel 2011 aveva firmato per recitare nel film fantasy per bambini Lundon’s Bridge and the Three Keys, una storia tratta da un libro scritto da Dennis Christen, senza poterlo portare a termine a causa dell’opposizione da parte dei suoi famigliari che preferivano che finisse prima gli studi.

Ospite del contenitore Red Table Talk, Paris ha raccontato alcuni particolari della sua vita mettendosi completamente a nudo davanti ai telespettatori notoriamente morbosi per ciò che concerne il privato delle star. La ragazza ha confessato di soffrire sin da bambina, e sin da quando è sotto i riflettori della notorietà, di allucinazioni uditive, paranoia e stress post-traumatico a causa dei paparazzi:

“A volte ho delle vere e proprie allucinazioni uditive e mi immagino gli scatti delle fotocamere. Inoltre soffro di una grave forma di paranoia, che mi ha fatto andare molto spesso in terapia. Magari mi capita di sentire il fruscio di un sacco della spazzatura e sussulto in preda al panico. Penso si tratti di un classico caso di stress post-traumatico”.

Una condizione, la sua, che ha aggravato i già difficili episodi di cui è stata colpita da adolescente tanto da averla segnata profondamente. Infatti, Paris, ha affermato di essere stata vittima di cyberbullismo e di crudeli commenti su internet. All’età di 15 anni ha avuto alcuni problemi psicologici che l’avrebbero portata, secondo alcuni tabloid, ad un “tentato suicidio”, che l’hanno costretta a trasferirsi in una scuola terapeutica nello Utah, dove ha trascorso parte degli anni del liceo.

La figlia del Re del Pop, inoltre, ha anche confessato di essere bisessuale e sostenitrice della comunità LGBT, cosa questa, che l’ha portata ad avere continui contrasti con i famigliari che non hanno mai accettato la sua condizione, al contrario invece dei fratelli Prince e Prince Michael II e dell’amico di lunga data Omer Bhatti che hanno assecondato senza alcun problema le sue scelte.

Paris ha da poco realizzato e pubblicato una riedizione di “The Way You Make Me Feel” che ha prodotto ed arrangiato personalmente per il gruppo delle The Amanda Belair.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da MoDre (@modr3)

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS

 

 

AP Photo/Chris Pizzello

 

 

 

 

 


Giovanni Caccamo “Canta” la lettera di Che Guevara con Aleida Guevara, figlia del rivoluzionario argentino

Giorgia Soleri, la fidanzata di Damiano dei Måneskin, fa coming out: “Sono bisessuale”