Giovanni Caccamo, tra cantautori più apprezzati e raffinati della musica italiana, torna sulla scena discografica con “Canta”: nuovo singolo con la partecipazione straordinaria di Aleida Guevara, figlia del celeberrimo Ernesto. 

“Canta” è il nuovo singolo di Giovanni Caccamo con la straordinaria partecipazione della figlia di Che Guevara

Un ritorno sorprendente quello di Giovanni Caccamo, tra i giovani cantautori più apprezzati della scena italiana, che per l’estate 2021 lancia il singolo “Canta”. Il nuovo brano strizza l’occhio alle sonorità della bella stagione con richiami cubani e ritmi Urban.

Con l’inconfondibile tocco al basso di Saturnino, il risultato è una “hit” ballabile che, però, non rinuncia alla condivisione di un messaggio tanto profondo quanto importante. Il testo di Canta, infatti, prende ispirazione dalla “Lettera ai figli” scritta da Che Guevara in Bolivia; un testamento emotivo in cui il Che si scusa con i propri figli per essere stato un padre poco presente e consegna loro i pilastri umani e sociali, per divenire anime di valore. La lettera, per l’occasione, è letta straordinariamente da Aleida Guevara, figlia del Che, ad introduzione del brano.

“La rivoluzione oggi risiede in piccoli gesti quotidiani di accoglienza e supporto delle persone più deboli e fragili, nell’accettazione dell’altro e delle diversità, nella convivenza pacifica.”

Il nuovo singolo per l’estate di Giovanni Caccamo in radio e digitale dall’11 giugno

In rotazione radiofonica e presente su tutte le piattaforme digitali di musica dall’11 giugno 2021, il nuovo singolo è stato scritto dallo stesso artista siciliano con Cheope, Alessandra Flora e Gianni Pollex, mentre la produzione è di Leonardo Milani e Giovanni Caccamo.

Canta anticipa “Parola”, il nuovo album di Giovanni Caccamo, prodotto da Ala Bianca e distribuito da Warner Music Italia, in uscita a settembre 2021 che vedrà la presenza di numerose collaborazioni italiane e internazionali.

“Canta” è il “tormentone intelligente” di Giovanni Caccamo with Aleida Guevara

Il nuovo singolo di Giovanni Caccamo ha il potenziale per diventare un vero tormentone estivo, ma parliamo di un “tormentone intelligente” che non mira solo a far ballare e farsi cantare, nonostante risulti super orecchiabile e con un ritornello “martellante”.

Il 25 giugno, a Bari, Aleida e Giovanni saranno insieme per ritirare il Premio Magna Grecia Awards e nell’occasione eseguiranno, per la prima volta insieme dal vivo, il loro singolo. Subito dopo, il raffinato cantautore partirà in tour con diverse date in tutta Italia.

Giovanni Caccamo: le prima date del tour estivo 2021

Di seguito gli appuntamenti già confermati: 16 Luglio 2021 Ginosa – Chiesa Matrice; 18 Luglio 2021 Salsomaggiore – Arena Estiva Parco Mazzini; 20 Luglio 2021, Ascoli Piceno – Teatro Ventidio Basso “La Milanesiana”; 22 Luglio 2021, Bussolengo – Villa Spinola; 7 Agosto, Carditello(CE) – Real Sito “Carditello Festival”; 20 Agosto, Modica – Anfiteatro S. Giuseppe “U Timpuni”; 21 Agosto, Partanna(TP) – Anfiteatro Provinciale di Partanna; 22 Agosto – Catania – Anfiteatro Le ciminiere “Premio Luigi Maina”.

Canta – Giovanni Caccamo with Aleida Guevara TESTO

Sono Ernesto Che Guevara,
circondato senza via di scampo
nella giungla Boliviana
a lottare per un maledetto senso di uguaglianza
per la razza umana.

Mi rivedo in quella foto in bianco e nero
col dolore che mi segna,
disteso a torso nudo su una panca
come il cristo del Mantegna

Ti saluto comandante
alzo in alto il mio bicchiere
alla libertà che ognuno chiede

Grido a quello che è importante,
a lottare ancora insieme
alla poesia delle persone vere

También herida Cuba canta canta, canta, Cuba canta
canta, canta, canta, Cuba canta,
canta, canta, canta, Cuba canta, canta.

E nell’aria risuona l’eco di una vecchia canzone
Risuona un vago senso di rivoluzione

Sono Ernesto Che Guevara,
di tre quarti sopra un manifesto
Credo ancora in una strada
per un mondo meno falso e un po’ più onesto

Mi dispiace non avere avuto il tempo
per giocare con mio figlio
Per andare al matrimonio all’Havana di mia figlia
mi hanno detto mi somiglia

Ti saluto comandante
alzo in alto il mio bicchiere
alla libertà che ci appartiene

Brindo a quello che è importante,
a lottare ancora insieme
al coraggio che scorre nelle vene

También herida Cuba canta canta, canta, Cuba canta
canta, canta, canta, Cuba canta,
canta, canta, canta, Cuba canta, canta

E nell’aria risuona l’eco di una vecchia canzone
Risuona un vago senso di rivoluzione

Grazie alla vita che mi ha dato tanto
ad ogni giorno di allegria, ad ogni giorno di pianto
a te amore dovunque tu sia,
ti sarò per sempre accanto

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Giovanni Caccamo (@giov_caccamo)


CLICCA QUI per seguire Juary Santini su Twitter

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS

 


Rubrica, 80PARADE. Pupo e Fiordaliso, Prince, Jovanotti, Krisma, Tears for Fears

Paris Jackson ospite del salotto tv di Willow Smith: “Sono bisessuale e soffro di paranoie a causa dei paparazzi”. La figlia del Re del Pop si è raccontata al “Red Table Talk”