Quello di Ornella è il quattordicesimo femminicidio in Italia dall’inizio dell’anno

L’aggressione ai danni della 40enne Ornella Pinto è avvenuta intorno alle 4.30, in un appartamento di via Cavolino nel quartiere di San Carlo Arena a Napoli.

A colpire la donna con 15 coltellate è stato il compagno, il 43enne Pinotto Iacomino. La coppia ha un bimbo di 4 anni che al momento dell’aggressione dormiva nella stanza accanto.

Una coppia apparentemente tranquilla a quanto si è appreso dai vicini di casa. A trovare Ornella in una pozza di sangue e a chiamare i soccorsi, è stata la sorella.

Arrivata in condizioni disperate al Cardarelli, la donna non è uscita viva dalla sala operatoria. Il bollettino medico ha parlato fin dal principio di paziente “in fin di vita” e da sottoporre ad un “delicato intervento chirurgico”.

Il compagno si è costituito alle 7 dopo una breve fuga. Sequestrati i telefoni cellulari di entrambi per indagare sul movente.

“Le donne, in questa pandemia, stanno pagando un prezzo altissimo sulla loro pelle“, ha dichiarato il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris.

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS

Foto LaPresse/Filippo Rubin


I nuovi colori delle Regioni: Speranza firma l’ordinanza. Da lunedì 15 marzo ecco chi sarà arancione e chi rosso

Russia: 200 fermati a un evento dell’opposizione