Sierra come la terra sconfinata dove far spaziare la loro musica e le loro parole. 

Tra le sorprese di questa tredicesima edizione di X Factor ci sono senza dubbio i Sierra (scelti da Samuel), gruppo rap composto da giovani romani che, hanno svelato loro stessi, si sono “conosciuti per puro caso, ci siamo trovati assieme e accomunati dalla passione per la batteria abbiamo cominciato a scrivere i testi e pian piano siamo entrati sempre di più nel mondo hip-op, trap e anche pop.

Entrambi 26enni, Giacomo e Massimo, da Ponte e Sila Bower, i loro nomi d’arte, si sono uniti e hanno scelto di essere semplicemente Sierra, la terra sudamericana sconfinata “dove far spaziare la nostra musica”.

Prima di X Factor, come tanti, la musica l’hanno conosciuta, vissuta e poi coltivata nell’underground della loro città, Roma, partendo con una formazione molto più numerosa. La crew Sierra Romana, infatti, era formata inizialmente da quattro rapper e due producer. 

In versione numericamente molto più asciutta, in duo, sono approdati alle audizioni dove hanno presentato il sorprendente singolo “Enfasi”, inedito che adatta in italiano il brano “Stolen Dance” Milky Chance, trovando tre ‘sì’ e l’unico no di Sfera, ma un no “che sia da sprone”, aveva motivato il rapper.

Prima di X Factor il duo aveva già pubblicato un Ep, “Castelli di sabbia”, che aveva permesso loro di farsi discretamente conoscere e apprezzare nell’ambiente rap romano.

Ma l’inedita forse ad oggi più apprezzata dei Sierra, che su instagram contano un gruzzolo di 6 mila follower, è “Anima”.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS


Musica, X Factor 13. Le pagelle della terza puntata: promossi a pieni voti i Booda, Davide e i Seawards. Bocciato Nicola Cavallaro

Musica Italiana. Mietta: da Tigre di Taranto ad Ambasciatrice di Puglia. Premiata a Milano