Silvia Manetti, 45 anni, uccisa a coltellate dal compagno

La 45enne Silvia Manetti è morta così,  sgozzata dal compagno dentro all’auto.  Nicola Stefanini, 48 anni, dopo averla accoltellata alla gola ha chiamato il 112 e all’arrivo dei carabinieri, indicando la donna che giaceva all’interno della vettura in una pozza di sangue, ripeteva “l’ho ammazzata…l’ho ammazzata”.

L’ennesimo femminicidio è avvenuto ieri, a Monterotondo Marittimo in provincia di Grosseto, dove la donna, una vedova con due figli, viveva.

Silvia aveva vissuto col marito e i figli nelle Marche, ma dopo la morte prematura di lui, era tornata nella sua Toscana, terra d’origine.  Qui aveva ritrovato l’amore,  quello stesso amore che in una calda giornata d’estate ha deciso di porre fine brutalmente alla sua vita, la vita di una donna, una mamma, rispettata da tutti, anche nel Piceno dove ha lasciato un buon ricordo a tutte le persone che l’hanno conosciuta.

All’arrivo dei carabinieri, i vestiti di Nicola Stefanini erano completamente intrisi di sangue della povera donna. La coppia era uscita a cena per festeggiare il loro terzo anniversario. Ancora ignoti il motivo del folle gesto

Segui OA Plus su Instagram

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS

Foto: archivio LaPresse

TAG:
Nicola Stefanini sgozzata Silvia Manetti uccisa

ultimo aggiornamento: 13-08-2021


Morto Gino Strada, il medico fondatore di Emergency aveva 73 anni

Bugo non accetta di cantare tra il pubblico “diviso” dal greenpass e lancia il microfono abbandonando il palco: “Non ce la faccio proprio” VIDEO