Non poteva cominciare meglio l’avventura di Joe Biden, il quarantaseiesimo Presidente degli Stati Uniti d’America che ha prestato giuramento insieme a Kamala Harris nel pomeriggio italiano di mercoledì 20 gennaio. Nella cerimonia d’insediamento infatti, seguita da tutto il mondo, hanno avuto l’onore di esibirsi Lady Gaga e Jennifer Lopez; due popstar che, in due modi diversi, hanno già fatto intendere chiaramente un cambio di passo rispetto all’amministrazione precedente.

Sì perché è toccato proprio a Miss Germanotta, diva queer e punto di riferimento per la community LGBT – categoria ampiamente bistrattata da Donald Trump e Mike Pence soprattutto all’inizio del mandato – cantare l’inno Nazionale, “The Star-Spangled Banner“, con la potenza, l’intensità e la commozione di chi crede davvero in un cambiamento non solo per l’America ma per tutto il resto dei Paesi.

Più che significativa anche l’esibizione di Jennifer Lopez; la cantante di origine spagnola e portoricana ha infatti, non a caso, eseguito “This land is your land“, brano scritto nel 1940 (ma pubblicata nel 1945) da Woody Guthrie, un canto patriottico che fa della condivisione e dell’integrazione il suo punto di forza: gli uomini sono tutti uguali e hanno diritto alla bellezza americana senza distinzioni classiste, razziali, religiose.

Un inno d’inclusione concluso con una toccante frase in spagnolo, “Justicia para todos” (Giustizia per tutti), gridata a squarciagola con alle spalle il Presidente Biden e la Vice Presidente Harris, prima donna della storia a ricoprire un ruolo così importante. Il vento sta cambiando, per davvero.

Foto: OA Plus

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS


Rubrica, TALENTONE. Marvasi, Veramadre, Ariele, Giuseppe Salsetta, Alteria

OA PLUS INTERNATIONAL CHART (WEEK 3/2021): Trionfo di femminilità e seduzione omosex con Liraz, Lana Del Rey, Virgil Abloh e Serpentwithfeet