Ha la faccia buffa ed è camuffato come il personaggio Pippo della Disney. sembra un simpatico pupazzo, ma non lo è. Jonathan Galindo, dietro questo nome si nasconde il criminale che adesca bambini sui profili social, Facebook, Instagram e Tik Tok.

Il buffo personaggio chiede ai bambini di giocare insieme e prepara una serie di Challenge sempre più difficili e pericolose. Sembra ci sia questa pista dietro la morte di un bambino di 11 anni che questa notte si è lanciato dal decimo piano di un palazzo di Napoli lasciando un biglietto per i genitori sulla scrivania.

Mamma, papà vi amo ma devo seguire l’uomo col cappuccio“, queste le parole del bambino nel biglietto per i genitori prima di scavalcare la ringhiera del balcone e gettarsi nel vuoto. Sulle chat degli amici e dei compagni di scuola ci sono riferimenti al gioco Jonathan Galindo.

Un fenomeno nato negli USA ma arrivato anche in Europa. I ragazzini vengono contattati e tra le prove ci sono anche incisioni sul proprio corpo con delle lame, un gioco molto simile al Blue Whale di cui fecero un servizio dettagliato anche ‘Le Iene’.

L’immagine di Jonathan Galindo è stata rubata a Samuel Catnipnik, un produttore di effetti speciali cinematografici che aveva realizzato questa particolare maschera per realizzare effetti speciali tramite il make-up.

La famiglia del bambino di Napoli è stata ascoltata, una famiglia apparentemente tranquilla e felice, il bimbo lascia anche una sorella.

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS

Crediti foto: jonathan_galindo333_/Instagram


Buon compleanno Renato Zero! 70 canzoni per festeggiare 70 anni

Certificazioni FIMI, week 39: Ernia e Baby K due superclassici dell’estate. Ultimo batte Mahmood