Secondo quanto riportato da Trento Today, il criminologo Gianni Spoletti, inizialmente assunto come detective privato da amici della coppia Laura Perselli e Peter Neumair, al TG RAI regionale, ha affermato che i cellulari dei coniugi hanno smesso di funzionare nello stesso momento. In questo modo, l’ipotesi di un incidente durante una passeggiata, è sempre più lontano.

Questo particolare, assieme al sangue di Peter ritrovato sul ponte Vadena e nella macchina di famiglia usata dal figlio Benno quella sera, fanno propendere sempre più verso la tesi di una morte violenta.

Per questo caso, il figlio Benno è indagato a piede libero. Richiesta invece l’archiviazione per l’accusa di favoreggiamento mossa all’amica che avrebbe lavato i vestiti di Benno la notte della scomparsa dei coniugi. La ragazza si è presentata spontaneamente dai carabinieri consegnando i vestiti e raccontando il fatto.

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS

Crediti foto: Screenshot da video YouTube

TAG:
Benno figlio Laura Perselli morte violenta Peter Neumair

ultimo aggiornamento: 25-01-2021


Giuseppe Conte, domani il premier al Quirinale per le dimissioni

Cinque anni senza Regeni, ma la giustizia è ancora lontana