La nuova legge regionale ha l’obbiettivo di scoraggiare i medici negazionisti e i no-vax. L’opposizione, però, mette in dubbio la norma sul piano legale

La Galizia è la prima Regione spagnola a contemplare la possibilità di sanzionare le persone che si rifiutano, senza validi motivi, di vaccinarsi contro il Covid-19. Il Parlamento, di questa comunità autonoma, ha approvato la riforma della normativa sanitaria regionale: il nuovo testo prevede l’applicazione di multe tra i 1.000 e i 600 mila Euro. Ma l’opposizione mette in dubbio il provvedimento.

Le sanzioni, con ogni probabilità, dovrebbero dividersi in tre livelli: lieve, grave e molto grave in base “al rischio o danno che causa per la salute della popolazione”.

I partiti dell’opposizione mettono in dubbio l’applicabilità legale delle multe, sostenendo che il provvedimento sarà respinto dai tribunali in quanto “vulnera i diritti fondamentali, contraddice le norme nazionali e favorisce la propaganda negazionista”.

Nel frattempo Carolina Darias, ministro della Salute spagnolo, ha affermato che la vaccinazione contro il Covid nel Paese iberico “non è obbligatoria” e che si dovrà attendere le valutazioni giuridiche corrispondenti per capire se la nuova legge galiziana è effettivamente costituzionale.

Segui OA Plus su Instagram

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS

Crediti Foto: LaPresse

 

 


Gfvip5. Tommaso Zorzi senza freni su Maria Teresa Ruta: “Qual è il letto dove si sgrillettava”? Il Web impazza

Vertice Ue su vaccini. Premier Draghi: “Priorità alle prime dosi”