Il Coronavirus (Sars-CoV-2) responsabile dell’epidemia di infezione polmonare in Cina, sembra che derivi dal contatto animali selvatici, difatti l’epicentro dell’epidemia si trova in una città (Wuhan) dove si svolge un mercato in cui vi è il commercio anche di animali selvatici vivi. Purtroppo il virus è arrivato anche in Italia e si trasmette attraverso le goccioline che possono essere trasmesse con la tosse o gli starnuti, oppure tramite contatto diretto personale, oppure toccandosi bocca, naso, occhi con mani contaminate.

L’ordinanza del ministero della Salute prevede l’obbligo di quarantena “fiduciaria” domiciliare per chi torna da un viaggio in Cina negli ultimi 14 giorni e di “sorveglianza attiva” per chi è stato nelle aree a rischio, con obbligo di segnalazione alle autorità sanitarie locali al proprio rientro in Italia.

Ma vediamo come si cura nel malaugurato caso di contagio. I sintomi sono quelli di una normale influenza, aggravati da difficoltà respiratorie e al momento non c’è una cura specifica per cui negli ospedali stanno adottando le terapie delle normali influenze fatta eccezione per i casi gravi dove viene praticato il supporto meccanico alla respirazione. Per il momento non è in commercio un vaccino ma si sono iniziati ad utilizzare due antivirali che normalmente di usano per l’HIV e l’ebola.

Ecco il decalogo del Ministero della Salute su come difendersi dal Coronavirus, norme di buon senso che equivalgono pressappoco alle norme igieniche che si adottano con le normali influenze stagionali:

  1. Lavati spesso le mani
  2. Evita il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute
  3. Non toccarti occhi, naso e bocca con le mani
  4. Copri bocca e naso se starnutisci o tossisci
  5. Non prendere farmaci antivirali né antibiotici, a meno che siano prescritti dal medico
  6. Pulisci le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol
  7. Usa la mascherina solo se sospetti di essere malato o assisti persone malate
  8. I prodotti Made in China e i pacchi ricevuti dalla Cina non sono pericolosi
  9. Contatta il Numero Verde 1500 se hai febbre o tosse e sei tornato dalla Cina da meno di 14 giorni
  10. Gli animali da compagnia non diffondono il nuovo Coronavirus

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OA PLUS
Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS

Crediti foto: LaPresse


Mina è “Una storia da cantare”. Su Rai 1 da Enrico Ruggeri e Bianca Guaccero anche Mietta e Tosca

Anna Cimenti si connette alla vita con il suo primo album jazz in collaborazione con Massimo Tagliata