Chef Rubio ed il politically correct non sono mai andati a braccetto tanto che lo stesso ha pagato le conseguenze del non avere peli sulla lingua con il licenziamento dal canale  che gli aveva dato notorietà con  “Camionisti in trattoria” e “Unti e Bisunti”, Discovery Channel.

In queste ore, un suo ennesimo tweet polemico e provocatorio nei confronti di Vittorio Brumotti, sta balzando agli onori delle cronache e dei social. L’inviato di Striscia la Notizia che è da sempre in prima linea nella lotta al disagio e allo spaccio delle periferie, è stato aggredito in seguito al servizio fatto al quartiere Porticciolo a Roma. La notizia ha fatto il giro dei media e Rubio ha attaccato Brumotti difendendo la gente del “popolo”:

“Brumotti sei un infame, troppo poche te ne hanno date. Non sapete nulla del core immenso del Quarticciolo, voi giornalisti da strapazzo vi dovreste vergognare per la propaganda infame che riservate a chi è abbandonato dallo Stato, e resiste nonostante tutto con dignità e umanità”, ha tuonato con un primo tweet l’ex rugbista romano.

Ma non basta, perché poi, in un secondo momento, Rubio passa direttamente all’attacco delle istituzioni non nascondendo il pensiero sull’intera faccenda.  A questi tweet, sono seguite repliche da parte sia di Giorgia Meloni e di Dj Ringo (“Analfabeta funzionale” ndr.) che sono intervenuti in difesa dell’aggressione subita da Brumotti.

 

La chiosa della faccenda, però, è ancora più pesante, con Chef Rubio che fa un’insinuazione passibile di denuncia.

 

Fermate Chef Rubio.

Segui OA PLUS su INSTAGRAM

Metti “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Iscriviti al GRUPPO OA PLUS

 

 

 

Crediti Foto: gossiptvvv/Instagram


Agente penitenziario si fa tatuare il numero di cella del suo innamorato e viene scoperta la loro storia clandestina: arrestata

Mietta è la Mina del sud che Serena Rossi sgancia per la finale di “Canzone Segreta”. Canta “Se telefonando” per Adriano Panatta ed è boom: picco di share oltre il 16% e pioggia di tweet – VIDEO