Armando Maradona è morto due giorni fa per un arresto cardiocircolatorio e questa notizia ha messo sotto sopra mezzo mondo, non solo calcistico, ma anche quello dello spettacolo.

Maradona, infatti, era un personaggio molto amato nonostante si fosse reso protagonista di fatti di cronaca poco piacevoli come l’uso di sostanze stupefacenti, l’aver aggredito la compagna ed avere evaso il fisco.

Dal giorno della scomparsa sono stati molti i messaggi di cordoglio pervenuti in sua memoria sui social, ma ce n’è stato uno, totalmente inaspettato, che ha fatto infuriare i fan del “Pibe de Oro”, tanto da minacciare il mittente del post, ovvero Carmen Di Pietro.

L’ex moglie di Sandro Paternostro si è resa rea di aver pubblicato su Instagram una sua foto in bikini con accanto Maradona che si è poi rivelato essere un fotomontaggio con su scritto: “Sono distrutta. Diego ti ho voluto bene veramente. Sei il mio campione”.

Questo è stato visto come un insulto alla memoria del calciatore, così sono partite una serie di offese e di minacce da costringere la showgirl a cancellare il post nonostante abbia dichiarato a Fanpage, di non averlo fatto con l’intento di prendersi cinque minuti in più di visibilità:

“Era un fotomontaggio che gira su Internet da 3 anni, da quando è uscita fuori la mia storia con Maradona. Chiedo scusa a chi si è sentito offeso per questa foto. Ho ricevuto migliaia di critiche e quelle le accetto perché ti fanno pensare. Ma ho ricevuto anche minacce, mi hanno scritto di fare attenzione ai miei figli e di fare attenzione ai napoletani. Per cui, come mi ha insegnato Sandro Paternostro, ho deciso di spegnere la polemica sul nascere”.

La Di Pietro ricorda anche quanto, ai tempi della loro relazione tenuta in gran segreto ai media, lei si fosse davvero infatuata del calciatore del Napoli:

“E’ successo negli anni ’90 e non l’avevo mai raccontato a nessuno. Il gossip sulla nostra storia è uscito fuori tre anni fa durante una puntata di Casa Signorini. Ci siamo frequentati per un anno e mezzo o due. Non lo sapeva nessuno, era una storia clandestina, tanto che i nostri incontri avvenivano in hotel. Non gli ho mai chiesto di uscire allo scoperto. Avevo 24 o 25 anni e mi andava bene così. Erano i tempi in cui dormivo sui treni, facevo le prime passerelle a 30 mila lire, non avevo soldi. A Diego volevo veramente bene. Ho un ricordo meraviglioso di un uomo che ai miei occhi era bellissimo. Una persona educata e gentile, ero innamorata. Non gli ho mai chiesto della sua vita privata, né lui chiedeva nulla a me. Solo dopo, leggendolo sui giornali, ho saputo che forse aveva una moglie”.

Aggiungendo, infine, alcuni dettagli di come i due riuscissero ad incontrarsi all’epoca in cui non c’erano ancora i cellulari:

“Non gli ho mai chiesto nulla. Volevo vedere Diego, mi bastava questo. Ci vedevamo una, due volte a settimana. Non era una relazione pubblica. Prendevamo appuntamento attraverso un’amica comune. I cellulari all’epoca non c’erano e, se c’erano, non me li potevo permettere. Voglio ricordarlo per com’era in quel periodo, non mi interessano i ricoveri in clinica, le polemiche e tutto il resto. Ma continuo a chiedere scusa per quella foto che ho ingenuamente pubblicato, prendendola da Internet”.

 

 

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS

 

 

Crediti Foto: carmendipietroofficial/instagram

TAG:
Carmen Di Pietro Diego Armando Maradona fanpage

ultimo aggiornamento: 27-11-2020


Fiorella Mannoia sulla morte di Maradona: “Non ha scelto lui di morire nella giornata mondiale contro il femminicidio”

The Voice Senior. Una playlist per i 4 coach