Doppio shock per Alice Campello, moglie di Alvaro Morata, che già ieri sera, durante la semifinale dell’Europeo contro l’Italia ha sbagliato un rigore decisivo per la Spagna. La disperazione del calciatore a fine partita, infatti, non è bastata per contenere le frustrazioni dei tifosi arrabbiati per non avere segnato il gol che avrebbe probabilmente cambiato le sorti della partita che ha visto i calciatori azzurri trionfare.

Subito dopo l’incontro, la 26enne, è stata bersaglio di minacce e insulti che la consorte del calciatore ha immediatamente pubblicato e mostrato ai suoi follower. Parole terribili che con lo sport e con il calcio in generale nulla hanno a che vedere.

Davvero per una partita di calcio la gente può arrivare ad augurare la morte a dei bambini? Forse è arrivato il momento di mettere un freno e di fare pagare amaramente chiunque utilizzi i social come discarica verbale.

Ricordiamo che il loro è stato un vero e proprio colpo di fulmine, arrivato quando lo sportivo militava nella Juventus. Lui l’ha notata su Instagram, le ha scritto un messaggio e ha iniziato a corteggiarla. “Non sapevo chi fosse, così l’ho chiesto ai miei genitori. Mio padre mi ha detto di stare alla larga dai calciatori. Così, all’inizio, ho snobbato quel messaggio. Però dentro sentivo che c’era qualcosa che mi spingeva a rispondere. Una mattina l’ho fatto e dopo una settimana ci siamo incontrati a Milano”.

Foto Piergiorgio Pirrone – LaPresse


Vaccino Pfizer, lo studio israeliano: “Meno efficace del 30% contro la variante Delta”

Georgia, gruppo di estrema-destra attacca la sede del Tbilisi Pride: marcia annullata