Scopriamo chi vince la sesta sfida degli ottavi di finale di “Vorrei cantarti fra cent’anni”  tra Mango e Subsonica

Vorrei cantarti fra cent’anni, il contest di OA Plus che omaggia la storia del Festival di Sanremo in occasione del suo 70° “compleanno”, è giunto alla calda fase degli ottavi. In questa terzultima sfida, dopo quella tra Mia Martini ed Elisa, vedremo a confronto un grande cantautore purtroppo scomparso e una band: Mango e Subsonica.

Domani ci saranno le ultime due battles di questa fase e poi si passerà ai quarti di finale, con gli otto storici brani sanremesi che hanno passato il turno e che restano in gara per cercare di guadagnare il titolo di vincitore.

SFIDANTE | MANGO

Per arrivare al duello con i Subsonica, Mango ha affrontato due difficili sfide: la prima con Ivan Graziani e la sua Maledette malelingue, la seconda con Renato Zero in gara con Spalle al muro. Due brani del Festival di Sanremo con un certo peso, che però non sono riusciti ad offuscare l’atmosfera magica di Lei verrà, che prosegue la corsa verso la finale e che qui ritroviamo in gara.

Siamo a Sanremo 1986 quando Mango si presenta al Festival con ben tre canzoni. Una l’ha scritta per Loredana Bertè e si intitola “Re”; l’altra è invece “Nessun Dolore”, regalata alla cantante emergente Anna Bussotti, che la interpreta nella categoria delle Nuove Proposte.

In gara però c’è anche Mango stesso, che ha firmato anche la sigla di apertura del Festival condotto da Loretta Goggi, con uno dei suoi brani più iconici e particolari. Con la sua voce fatata, il cantautore lucano presenta e gareggia con Lei Verrà, che alla fine si fermerà solo al quattordicesimo posto, in un’edizione che premia Eros Ramazzotti e la sua Adesso tu.

Scritta insieme ad Alberto Salerno, Lei Verrà è una canzone originale che esce dagli schemi festivalieri. Poetica e sognante, la canzone arriva all’Ariston grazie alla decisione di Mara Maionchi.

La discografica riesce a convincere il cantautore, che invece vorrebbe cantare Odissea, e ci azzecca in pieno. Lei verrà, infatti, diventerà un grande successo. L’album in cui è contenuto il brano venderà circa 250mila copie. Inoltre verrà certificato anche disco d’oro e nella chart annuale dei 45 giri italiani più venduti figura al 4° posto.

SFIDATO | SUBSONICA

Nelle sfide precedenti hanno avuto la meglio su due grandi protagonisti della scema musicale attuale, Negramaro e l’ultimo vincitore del Festival Mahmood, con la loro Tutti i miei sbagli; che portano anche in questa nuova sfida degli ottavi di finale.

I Subsonica prendono parte per la prima ed ultima volta a Festival della Canzone Italiana di Sanremo nell’iconica edizione del 2000. Con la voce moderna e la presenza scenica del font-man Samuel (che nel 2017 ci è tornato da solita con “Vedrai”), la band torinese presenta in gara l’iconica Tutti i miei sbagli; brano che come quello di Mango si distingue dalle altre proposte per originalità e per una certa atmosfera che è in grado di creare.

Scritto da Max Casacci, Samuel e Davide Dileo, il pezzo dal sound elettronico si classificò fuori dalla top 10, in undicesima postazione, e a vincere saranno i “dimenticati Avion Travel con “Sentimento”seguiti da una grintosa e rockeggiante Irene Grandi con La tua ragazza sempre e dal sempre verde Gianni Morandi con Innamorato.

Al non ottimo risultato nella competizione canora di Sanremo 2000, i Subsonica compensano con ottimi riscontri in radio e di vendite. Tutti i miei sbagli, infatti, riesce a guadagnare quell’anno l’ottava posizione nella classifica nazionale dei singoli più venduti.

I Subsonica, inoltre, per festeggiare i venti anni dell’album in cui era stato inserito il brano, l’hanno omaggiato riproponendolo in duetto con il cantautore Motta, in una versione tutta rinnovata

ESITO | SFIDA 6

Due brani originali e moderni, per quell’epoca e ancora oggi, ma a vincere è Lei Verrà. Mango con quell’atmosfera d’incanto che il suo brano riesce a creare, ha convinto la giuria speciale e la giuria dei redattori di OA Plus. Adesso scopriamo il numero di voti e le motivazioni e salutiamo i Subsonica che con la meritevole Tutti i miei sbagli sono giunti ad un passo dai quarti di finale.

LEGGI ANCHE – SANREMO HISTORY, Playlist: Le 16 canzoni più belle da cantare fra cent’anni

COMMENTI | GIURIA

Ugo Stomeo: “Lei verrà” è incantevole anche nella versione di Patrizia Cirulli, giurata nel contest. E l’altra nostra giurata, Roberta Faccani, prova a schiantarsi contro con la sua eccezionale versione di “Tutti i miei sbagli”. Salvo la bellezza vocale e musicale di Pino Mango.

Roberta Faccani: “Tutti i miei sbagli”, e non perché L’ ho ricantata io (????… grazie Ugo x l’omaggio), ma semplicemente perché è avanti anche oggi.

Timothy Cavicchini: “Tutti i miei sbagli”. Samuel sperimentatore di musica.

CLICCA QUI E ANCHE QUI per approfondire su tutti i GIURATI SPECIALI del contest.

VOTI | GIURIA

Lei Verrà: 22 (Michele Monina, Andrea Direnzo, Silvia Anglani, Roberto Costa, Eleonora Magnifico, Mattia Ottavio Sammarco, Giovanni Cirfiera, Patrizia Cirulli, Alberto Barina, Grazia Verasani, Dario Gay, Antonella Arancio, Maurizio Meli, Emily De Salve, Veronica Ventavoli, Daniela Pedali, Ugo Stomeo, Enrico Spada, Claudio Bolognesi, Juary Santini, Andra Butera, Simona Bastiani).

Tutti i miei sbagli: 9 (Frank Nemola, Roberta Faccani, Timothy Cavicchini, Cecilia Leo, Claudia Casciaro, Antonio Toni, Federico Stefani, Margherita Ventura, Fabrizio Testa).

THE WINNER IS…

LE SFIDE DI DOMANI

Domani, 03 febbraio 2020, continuano gli ottavi di finale di “Vorrei cantarti fra cent’anni” con due nuove sfide:

Chi vincerà le prossime sfide di “Vorrei cantarti tra cent’anni”? Continuate a seguire QUI su OA Plus per scoprirlo!!

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OA PLUS
Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS


Musica, TV. Sanremo 2020: anche Ghali fra i super ospiti del Festival

Sanremo 2020. Anche Gianna Nannini torna al Festival come ospite, venerdì sul palco con un medley dei suoi grandi successi