Scopriamo chi vince la sedicesima sfida dei sedicesimi di finale di “Vorrei cantarti fra cent’anni”  tra Marina Rei e Irene Grandi

Vorrei cantarti fra cent’anni, il contest sanremese di OA Plus per decretare la “canzone regina” della storia del Festival della Canzone Italiana di Sanremo continua e si fa sempre più adrenalinica. Siamo giunti all’ultima duello dei sedicesimi di finale, in cui si sono dati battaglia i tutti i brani sanremesi che hanno superato il primo turno eliminatoro.

Dopo la vittoria di De Crescenzo su Nada, adesso ritroviamo in gara, l’una contro l’altra, due amate donne della musica italiana: Irene Grandi, in gara anche a Sanremo 2020, e Marina Rei.

LEGGI il testo di “Finalmente io”: brano di Irene Grandi in gara al Festival di Sanremo

SFIDANTE | IRENE GRANDI

In seguito alla vittoria su Dolcenera, Irene Grandi si ripresenta ai sedicesimi con la La Cometa di Halley; brano scritto insieme a Francesco Bianconi, leader dei Baustelle. 

Presentato al Festival di Sanremo 2011, con la conduzione frizzante di Antonella Clerici, La cometa di Halley si classifica all’ottavo posto della classifica finale; in un’edizione ricca di brani radiofonici e contemporaneamente di qualità.

A vincere sarà ancora una volta un ex concorrente di Amici di Maria De Filippi, ovvero Valerio Scanu con l’insipida e Per tutte le volte che. Il pezzo di Irene Grandi si riscatterà in radio, attestandosi come la seconda canzone sanremese più passato nella settimana successiva al Festival (superato solo da Ricomincio da qui di Malika Ayane).

SFIDATA | MARINA REI

Se Irene Grandi ha dovuto sconfiggere Dolcenera per confrontarsi con Marina Rei, quest’ultima ha affrontato invece una collega e amica, Paola Turci.

Nell’ultimo Festival dell Canzone italiana di Sanremo del secolo, quello targato 1999, Fabio Fazio e la bellissima “valletta” Laetitia Castà accolgono sul palco una grintosa Marina Rei. La cantautrice romana presenta in gara un brano catchy, dalle sonorità modernamente electro e con un arrangiamento personale, in grado di anticipare i tempi.

Si intitola Un inverno da baciare e porterà la Rei, che lo interpreta con grande disinvoltura e carisma, fino al settimo posto. Il brano, che al Festival meritava di raccogliere di più (molto di più), andrà molto bene in radio e nelle classifiche, raggiungendo la posizione numero 9 nel Top Singoli Italiani.

Curiosità: il video di Un inverno da baciare è ispirato al videogioco Tomb Raider. Marina, infatti, nella clip musicale veste i panni dell’eroina Lara Croft.

ESITO | SFIDA 16

Chi avrà vinto l’ultima sfida dei sedicesimi: Marina Rei con Un inverno da baciare o Irene Grandi con La cometa di Halley? Signori e signore, accede alla fase degli ottavi… Marina Rei! Questa la decisione della giuria di Redazione e di quella “speciale” formata da cantanti, musicisti, critici, musicologi, giornalisti, attori ed altri personaggi noti.

COMMENTI | GIURIA

Alberto Barina: “Un inverno da baciare”… brano ancora moderno oggi.

Timothy Cavicchini: “La cometa di Halley”. Sto lavorando al mio nuovo disco con Nicoló Fragile che ha prodotto ed arrangiato alcuni brani di Irene, deve tornare assolutamente, per amore del rock.

Claudio Stefani: “Un inverno da baciare” di Marina ha un equilibrio precario che lo rende molto interessante, Marina ha anticipato i tempi. Complimenti! Però Irene e la sua grinta sono sempre travolgenti!

Andrea Direnzo: Marina Rei è una tra le Artiste italiane più bistrattate e sottovalutate del Bel Paese. Trovo la sua discografia molto bella, tutta da gustare e apprezzare, ascolto dopo ascolto. “Un inverno da baciare”, datata 1999, è una canzone che ho amato moltissimo e sempre amerò per una serie di motivi, sia legati al pezzo, sia legati alla mia vita… E le canzoni sono, che lo si creda o no, pezzi di storia di ogni essere umano, segnandone momenti belli o brutti e via dicendo. Arrangiamento elettronico, testo crepuscolare, musica ipnotica, interpretazione spaziale fanno di questo brano uno di quei “gioielli nascosti” passati da Sanremo e da rivalutare. Irene Grandi è brava, sì, ma non la trovo esaltante, o meglio, non mi fa spalancare la bocca e restare senza fiato. Marina Rei, invece, sì. Fortissima! Un’amazzone guerriera della nostra migliore canzone d’autore al femminile.

CLICCA QUI E ANCHE QUI per approfondire su tutti i GIURATI SPECIALI del contest.

VOTI | GIURIA

Un inverno da baciare: 18 (Andrea Direnzo, Tekemaya, Giovanni Cirfiera, Frank Nemola, Roberta Faccani, Marcello Romeo, Alberto Barina, Elisabetta Guido, Claudia Casciaro, Emily De Salve, Giuseppe Salpietro, Enrico Spada, Ugo Stomeo, Margherita Ventura, Claudio Bolognesi, Andrea Butera, Francesca Amodio, Juary Santini).

La cometa di Halley 13 (Michele Monina, Maurizio Meli, Dario Gay, Timothy Cavicchini, Silvia Anglani, Mattia Ottavio Sammarco, Patrizia Cirulli, Claudio Stefani, Federico Stefani, Antonio Toni, Cecilia Leo, Antonella Arancio, Roberto Santangelo).

THE WINNER IS…

Chi vincerà le prossime sfide di “Vorrei cantarti tra cent’anni”? Continuate a seguire QUI su OA Plus per scoprirlo!!

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OA PLUS
Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS


Musica Italiana, Recensioni. “Eterno movimento”, “Francesco ora lo sa”: il cambiamento di Veronica Ventavoli

Tv. Riki squalificato da Sanremo 2020? La decisione dell’organizzazione del Festival