Ecco JazZONE week parade con 5 proposte tratte da 5 album jazz (e dintorni) usciti negli ultimi mesi che meritano attenzione. Un’occasione imperdibile per scoprire nuovi artisti e nuove produzioni dal tocco raffinato.

Questa settimana il trio d’eccellenza Servillo-Girotto-Mangalavite, lo swing di Samara Joy, il sapore abruzzese di Setak, il ricordo di Pino Daniele celebrato da Elisa Carta e la poesia jazz dei Sons of Kemet.

Peppe Servillo, Javier Girotto, Natalio Mangalavite – Balla balla ballerino (L’anno che verrà)

Il trio di gran classe formato da Peppe Servillo, Javier Girotto e Natalio Mangalavite ripropone una serie di capolavori del repertorio di Lucio Dalla nel nuovo progetto intitolato “L’anno che verrà“. Tra i vari classici scelti anche “Balla balla ballerino” del 1980, che perde la sua impronta funk per lasciar spazio ad improvvisazioni jazz di ampio respiro.

Samara Joy – The trouble with me is You

Ritmo e swing, colori e vibrazioni d’altri tempi in questo standard portato al successo, tra gli altri, da Nat King Cole. La voce di Samara Joy rende l’atmosfera più vivace e contemporanea dandone una versione personale ma al contempo rispettosa.

Setak – Aspitte aspitte (Alestalé)

Il cantautore abruzzese Setak, alias Nicola Pomponi, è uno dei pochi (se non l’unico) a proporre l’originale dialetto abruzzese nelle sue canzoni. Ha da poco pubblicato il suo secondo album “Alestalé“, tra blues folk e amore per il cantautorato più intimo, che contiene questa dolcissima “Aspitte aspitte“.

Elisa Carta – Occhi grigi (S’incontru)

La cantante sarda Elisa Carta nel suo album bellissimo e suggestivo, “S’incontru“, tra i vari brani originali, ci regala questa cover di un brano poco conosciuto di Pino DanieleOcchi grigi“, tratto dall’album “Bonne soirée” del 1987.

Sons of Kemet, Joshua Idehen – Field Negus (Black to the future)

Contaminazioni sorprendenti, trovate innovative e imprevedibili, quelle dei Sons of Kemet che in “Field negus” incrociano il loro sound con la poesia quasi rap di Joshua Idehen.

Buon ascolto!

Clicca qui per mettere “Mi piace” al BLOG HIT NON HIT

Segui OA PLUS su INSTAGRAM

Metti “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS


Roberta Giallo in libreria con “Web Love Story”: romanzo autobiografico della cantautrice collegato all’album “L’oscurità di Guillaume”

Mei, Rubrica. MUSICA IN GIALLO. ”Viva i Maneskin! Facciamola finita con il clichè della dannazione: non drogarsi può essere molto cool!