Era dei tempi della audition di X Factor che non sentivamo una Chiara Galiazzo così musicalmente centrata.  Tutto merito del producer Spada.

WAITING| LA RECENSIONE

Si cela qualcosa di estremamente fascinoso in “Waiting“, il singolo del producer Spada che vanta la partecipazione di Chiara Galiazzo pubblicato il 20 agosto 2021 per AFTR:HRS, parte della label del celeberrimo Tiësto, la Musical Freedom.

Qualcosa che sembra quasi un ritorno alle origini per la ex vincitrice di X Factor. Proprio nove anni fa, in occasione della audition del talent, la nostra si presentò infatti con “Teardrop” dei Massive Attack, un pezzo di matrice electro-trip hop perfetto per la sua notevole tessitura vocale, fredda (nel senso buono del termine), nostalgica ed eterea. Un marchio di fabbrica che, ahinoi, si è però perso nel tempo, abbracciando in linea generale nella sua carriera post vittoria un repertorio molto più canonico, quadrato e standardizzato che, purtroppo, malgrado alcuna buona intuizione (presente in minima parte nell’ultimo album, “Bonsai“), ha fatto perdere un po’ di smalto al progetto.

In tal senso, ascoltando la padovana in “Waiting“, appare da tutte le angolazioni possibili davvero evidente quanto la sua reale zona di comfort sia proprio questa: la musica elettronica, qui declinata in un episodio tech house, in cui gli interventi della cantante, mirati e bem sviluppati, si trovano a meraviglia con l‘architettura sonora del musicista, tra sciami sintetici e arpeggiatori che rendono l’atmosfera magicamente malinconica, tanto da risultare veramente efficace e meravigliosa. L’Italia ha bisogno di una Chiara Galiazzo in questa direzione. Speriamo bene.

VOTO:  8

AGGETTIVO:  CENTRATO

ARTISTA:  SPADA FEAT CHIARA GALIAZZO

SINGOLO: LIGHTS DOWN LOW

ETICHETTA: AFTR:HRS

Clicca qui per mettere “Mi piace” a HIT NON HIT – Blog & Press

Clicca qui per seguire UGO STOMEO su TWITTER

Clicca qui per seguire UGO STOMEO su INSTAGRAM

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS


Lights down low: Osvaldo Supino è una sicurezza

E te veng’ a piglià: cosa sta tramando Liberato?