Qui su OA Plus è una delle artiste più venerate dal giorno 0. Sissi però, con il nuovo singolo “Scendi” sembra stare percorrendo una strada diversa rispetto a quella originale. Ed è un peccato.

SCENDI|LA RECENSIONE

La classifica dice altro, ma di una cosa siamo certi: malgrado il terzo posto nel circuito canto, Sissi è stata per dispersione il talento più grande dell’ultima edizione di “Amici” di Maria De Filippi, dove ha brillato non solo sul versante artistico ma anche all’interno delle dinamiche televisive, mostrandosi sempre pacata e mai sopra le righe. Una rarità di questi tempi.

Dopo quell’eliminazione veramente allucinante, illogica, senza senso subita con il gioiellino “Per farti paura” ad Ama Sanremo, l’ottimo riscontro di pubblico che la nostra si è procurata negli ultimi sette mesi è una ricompensa davvero meritata e preziosa, anche se dovrà essere sfruttato nel miglior modo possibile, senza sacrificare neanche un centimetro della cifra stilistica della cantante, fattore che purtroppo nelle ultime battute sembra un po’ vacillare.

Lo dimostrano in parte gli inediti presentati durante il talent, due ottimi (“Come come” e, con tutti i suoi limiti “Danshari“), gli altri decisamente da rivedere, compreso l’ultimo, “Scendi“, pubblicato il 16 maggio 2022 per Sugar, proprio la casa discografica che ha creduto nell’artista dal giorno 0, ovvero dall’impattante “Sento“, rilasciata qualche mese dopo la mancata partecipazione ad X Factor per volere di Sfera Ebbasta (capace in una botta sola di scartare sia lei che Ariete, questo per dimostrare quanto sia complesso inquadrare i talenti così, di botto).

L’ultima canzone potrebbe essere sintetizzata con una parola che, non a caso, è anche la stessa scelta come titolo per l’EP dell’artista: “Leggera”. Un pezzo commercialmente ambizioso, prodotto dalle sapienti ed esperte mani di Takagi & Ketra, pensato per fare il pieno di ascolti e passaggi radiofonici in vista della stagione estiva, grazie a un tipo di andazzo che segue per certi versi la “Mille” firmata da Fedez, Lauro e Orietta Berti, coniugato con le intuizioni della Nina Zilli dei tempi d’oro e un inciso che schiaccio l’occhio a quello de “Viva la mamma” di Bennato.

Funziona? Funziona. Diventerà un tormentone? Probabile. Ma poniamo una domanda: dov’è finito il vero spirito pazzesco R&B di Sissi? A più riprese su queste pagine, anche in tempi non sospetti, abbiamo più volte sottolineato come la nostra avesse tutte le carte in regola per diventare a tutti gli effetti la regina urban nostrana. Lo dimostrano i fatti, basta ascoltare ad esempio l’outro de “Affogo” condivisa con Ainé e Clementino (non certamente gli ultimi arrivati) antecedente all’esperienza televisiva per rendersi conto dell’incredibile modernità e incisività di una voce con pochi eguali nel nostro Paese.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da SISSI (@sissi.music)

Perché ridurre tutto questo ben di Dio a delle atmosfere che si avvicinano in linea generale a quelle dei cartoon piuttosto che spingere veramente (e non alla lontana) su un genere in enorme ascesa e finalmente credibile anche n Italia? Stiamo perdendo un’occasione d’oro, sperando che qualcosa, magari anche una sola traccia dell’EP, ci smentisca.

VOTO:  6

AGGETTIVO:  FRESCA

ARTISTA: SISSI

SINGOLO: SCENDI

ANNO: 2022

ETICHETTA: SUGAR MUSIC

Clicca qui per mettere “Mi piace” a HIT NON HIT – Blog & Press

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS


Non siamo soli. Alex W in territori sicuri

Mille: Sì signorina tra malinconia e nostalgia